COMUNE DI ROMA DISCRIMINA GLI ITALIANI

02/gen/2007 13.50.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA: ALBO MEDIATORI INTERCULTURALI

 

AN:”COMUNE DISCRIMINA GLI ITALIANI– BANDO ACCESSIBILE SOLO A STRANIERI MA I CORSI REGIONALI SONO APERTI ATUTTI”

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI DAL SITO DEL COMUNE DI ROMA CLICCA QUI

www.fabriziosantori.com

 

Sono disponibili da oggi pressol’Ufficio Relazioni con il pubblico del Dipartimento V del Comune di Romai moduli di iscrizione al bando comunale per l’istituzionedell’albo dei mediatori interculturali.

“Dalla Giunta Veltroni, assaiavvezza a fare propaganda a basso costo, ci aspettiamo il consueto risuonare difanfare. Ma la notizia, quella vera, è che il Campidoglio ha deciso didiscriminare tutti gli italiani, ponendo come requisito imprescindibile per lapartecipazione al bando stesso l’essere stranieri” lo dichiaranocon una nota congiunta Marco Marsilio,capogruppo di AN al Comune di Roma, Fabrizio Santori,capogruppo di AN al Municipio Roma XVI e Augusto Santori, consigliere di AN del Municipio XV.

 

“Una discriminazioneinaccettabile, addirittura paradossale se si pensa che la Regione Lazio ha istituitocorsi per mediatori interculturali aperti a tutti, italiani e stranieri. Avoler esser teneri, si tratta di un imperdonabile strabismo istituzionale. Mail problema è che a una decisione del genere sottende un pregiudizio politico eculturale duro a morire, – denuncia la nota - al di là infatti del datologicamente insostenibile di un albo comunale inaccessibile per gli italianiper i quali è invece accessibile il relativo corso regionale, resta da capirequale sia la ragione per la quale gli italiani debbano essere consideratiinadeguati a prescindere a porsi come mediatori per il processo di integrazionefra diverse culture. Vi sarebbero esempi in abbondanza di cittadini italianiche già si sono distinti con eccellenti risultati nell’attività dimediazione interculturale, ma di fronte ad una sinistra accecata dal furoreideologico, schiava degli estremismi, deviata dall’aberrante pregiudiziodi un multiculturalismo supino e fondato sull’annullamento della propriaidentità, le parole servono a poco”.

Alleanza nazionale ha presentato unainterrogazione urgente in consiglio comunale.

 

“La questione è troppoimportante per lasciare che a tracciare la rotta del confronto multiculturalenella nostra città siano coloro che come presupposto decidono di discriminaregli italiani – concludono gli esponenti di AN – anche da questepiccole ma incisive decisioni che si vuole la morte di una Nazione e proprio lapolitica seguita dai governanti che fa estinguere i popoli”.

 

Roma 2 gennaio 2007

 

PER INFO

FABRIZIO SANTORI

3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl