COMUNE DI ROMA “FA LA CRESTA” AGLI ANZIANI

COMUNE DI ROMA FA LA CRESTA AGLI ANZIANI 1.440.000 â_¬ PER I CENTRI SOCIALI PERANZIANI SANTORI (AN): â__FONDI REGIONALI PER ICENTRI ANZIANI DECURTATI DEL 5%â__ ECCO I DOCUMENTI CHE COMPROVANO LA DECURTAZIONE INGIUSTIFICATA DEI FONDI REGIONALIâ_¦CLICCA SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM â__Ora si giustificano le graviinefficienze dei servizi sociali rivolti agli anziani della Capitaleâ__.

12/feb/2007 15.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

1.440.000 € PER I CENTRI SOCIALI PERANZIANI

 

SANTORI (AN): “FONDI REGIONALI PER ICENTRI ANZIANI DECURTATI DEL 5%”

 

ECCO I DOCUMENTI CHE COMPROVANO LA DECURTAZIONE INGIUSTIFICATA DEI FONDI REGIONALI…CLICCA SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

“Ora si giustificano le graviinefficienze dei servizi sociali rivolti agli anziani della Capitale”. E’ quanto afferma in una nota Fabrizio Santori,capogruppo di Alleanza Nazionale al Municipio Roma XVI,al termine di un’indagine incrociata tra la documentazione in possesso delDipartimento Sociale della Regione Lazioe quella pervenuta ai servizi sociali dei municipi relativamente all’erogazionedei contributi previsti dalla Delibera di Giunta Regionale 461/2005 previstiper i centri anziani sociali del Comune di Roma.

 

“La documentazione non lascia scampoe la incompletezza di fondi è presto individuabile: – prosegue Santori – condeterminazione dirigenziale 5242/2005 la Regione Lazio assegna al Comune di Roma 1 milione e440 mila € quale contributo per il miglioramento della qualità dei servizi resiai centri sociali per anziani  in base ai progetti presentati nel corsodell’anno 2005, successivamente l’assessorato ai Servizi Sociali del Comune diRoma assegna ai rispettivi centri presenti sul territorio, tramite i servizisociali del Municipio, la somma stanziata che, a conti fatti, non corrisponde.Infatti l’erogazione per ogni centro anziani è di 10.000 € mentre quello cheeffettivamente raggiunge i centri anziani è di 9.500 €, con una decurtazionenetta del 5%”.

 

“Passi l’inflazione, passi l’aumentodelle tasse del governo Prodi, o l’improbabile calcolo dell’Iva che comunqueverrà successivamente calcolato dal municipio per i singoli interventifinanziati, è evidente che c’è qualcosa che non funziona nel tragitto tradipartimento comunale e municipio, – denuncia la nota – considerato il fattoche il calcolo su scala romana è presto fatto: il 5% decurtato sul totale di 1milione e 440 mila € ammonta a 72.000 € che appare lampante essere una cifranon indifferente e solo relativa all’anno 2005”.

 

“Vogliamo innanzitutto sapere comesi giustificano questi costi fantasma che non compaiono su nessuno dei trearticoli di spesa del Bilancio su cui sono stati suddivisi, appareintollerabile e grave se questo è il sistema su cui si basano i servizi socialiper gli anziani di Roma, numerosi centri anziani soffrono la mancanza diattrezzature, manutenzioni e strumenti per vivere serenamente l’attivitàall’interno dello spazio sociale comunale – conclude la nota – è venuto ilmomento di indagare sui progetti degli anni passati e sui finanziamentiricevuti oltre che dalla Regione Lazioanche dalla Provincia di Roma, intanto chiediamo chiarimenti sui fondi del2005, considerato che i fondi sono ancora disponibili a causa dei ritardiburocratici dell’amministrazione, anche per tutelare quelli che arriveranno nel2006 e speriamo senza cresta”.

 

 

Roma 12 febbraio 2007

 

Per info

Fabrizio Santori

3397360574

www.fabriziosantori.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl