CAMPI DA BOCCE MAI UTILIZZATI

19/mar/2007 16.10.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA ANZIANI: VILLA PAMPHILI SENZA CAMPI DABOCCE

 

CDL MUNICIPIOROMA XVI:

“NUMEROSI ANZIANI INSULTATIDALLE PROMESSE DI VELTRONI”

 

Fotodei campi da bocce e dell’incontro dei consiglieri con gli anziani  SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

“Nonostante siano stati inaugurati6 anni orsono dall’allora candidato sindaco Veltroni i campi da bocce pergli iscritti al centro bocciofilo del Bel Respiro non sono mai stati utilizzatiper impraticabilità del terreno di gioco” lo dichiarano con una notacongiunta Fabrizio Santori, presidente delgruppo di AN al Municipio Roma XVI,e Gianni De Lucia, consigliere di FI del Municipio Roma XVIa seguito di un sopralluogo effettuato questa mattina presso le strutturefatiscenti all’interno di Villa Pamphili, il parco più grande della Capitale, in Via Vitellia.

 

“Crepe, spaccature, mantodeteriorato, pendenze inclinate a dismisura, degrado, sporcizia e abbandonorappresentano una situazione desolante che affligge, nonostante le bellezze delluogo in cui sono inseriti, due campi da bocce che appena inaugurati sipresentavano già inutilizzabili, ci raccontano gli iscrittidell’associazione sportiva degli anziani, – denuncia la nota– dopo pochi giorni dall’arrivo del candidato sindaco delcentrosinistra e passato il voto del 2001 improvvisamente il manto dei campisportivi per le bocce è ceduto e nessuno più in questi anni, nonostante lecontinue lamentele e denunce, si è occupato della questione per risolvere unproblema che perdura da anni”.

 

“Non è pensabile impedire momentidi svago, di socialità e di sport a quasi trecento anziani iscritti albocciofilo che sono costretti a giocare utilizzando soli due campi,anch’essi inaccessibili quando piove, - concludono gli esponenti della CDL – la malagestionedell’amministrazione capitolina non solo coinvolge numerosi anziani ma èopportuno porre un serio interrogativo alla giunta capitolina relativamente aicosti che si sono sostenuti per velocizzare i lavori di completamento deicampi, evidentemente per permettere al candidato sindaco di effettuare lapropria campagna elettorale, inoltre è necessario indagare sulle ditteappaltatrici per verificare se si è rispettato il capitolato d’appalto, pertutto questo abbiamo chiesto all’assessore ai servizi sociali del Comunedi Roma chiarimenti immediati e soprattutto la risoluzione definitiva delproblema dei campi da bocce”.

 

 

Roma19/03/2007

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl