ODORI DISCARICA INVADONO QUARTIERI LIMITROFI

06/apr/2007 15.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA MALAGROTTA: ODORI DISCARICAINVADONO QUARTIERI LIMITROFI

 

AN: “MIASMI ED ESALAZIONINOCIVE è A RISCHIO LA SALUTE DELL’INTERACITTà

 

“Continuano a pervenirenumerose le segnalazioni dei cittadini di quartieri limitrofi come Bravetta,Pisana, Montespaccato, Boccea  e addirittura Monteverde e Porta Porteserelativamente alle esalazioni nocive e ai miasmi provenienti dalla discarica diMalagrotta, più grande d’Europa” lo dichiara con una nota Fabrizio Santori,capogruppo di AN al Municipio Roma XVI.

 

“Il livello di guardia haraggiunto limiti massimi infatti è evidente che gli spazi per ammassare rifiutinella discarica sono esauriti e ogni giorno le tonnellate di immondizia vengonoaffastellate formando dei cumuli superiori alle cavità del terreno previste eche risultano esposti al vento, che soffia da nord ovest, invadendo i quartierilimitrofi più centrali, – denuncia la nota - la gigantesca discarica diMalagrotta, estesa per 160 ettari, riversa sulla città di Roma da anni, con il ventomiasmi vari, esalazioni nocive e fumi tossici che si mescolano ai comuniinquinanti della città, traffico, riscaldamento e condizionatori, peggiorandodi giorno in giorno la qualità  dell'aria  che respiriamo”.

 

“Mentre a Massimina, PonteGaleria, Casal Lumbroso e Tenuta di S. Cecilia l’odore acre delladiscarica è costante e ripugnante, nei quartieri limitrofi si comincia asentire al mattino presto ma soprattutto verso le 18 quando è terminato illavoro di scarico dei rifiuti sui cumuli di immondizia già esistenti, –prosegue la nota – in quelle ore numerosi bambini sono costretti adabbandonare i parchi giochi e le piazze dei quartieri perché i genitori sonopreoccupati per l’arrivo dei fumi maleodoranti provenienti dalla discaricadi Malagrotta”.

 

“Le amministrazioni locali dicentrosinistra sono sorde alle lamentele dei cittadini, disinteressandosicompletamente della salute dei residenti della zona, e ne è la dimostrazionel’atteggiamento del Ministro per l’Ambiente che, bocciando un giàpessimo Piano Rifiuti della Regione Lazio,vuole esclusivamente utilizzare le tre linee degli inceneritori di Malagrottaaggravando la zona con una situazione, che da almeno  vent’anni, èunanimemente riconosciuta con l’eccessiva concentrazione di impiantiindustriali nella zona a nord-ovest di Roma e per non parlare di ciò che staaccadendo alle coltivazioni limitrofe e nelle falde acquifere con la presenzain continuo aumento di piogge acide”.

 

Roma 6 aprile 2007

 

PER INFO

WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl