PROBLEMI ALTROVE

PROBLEMI ALTROVE ROMA NOMADI: DA VILLA TROILIPROBLEMA SPOSTATO ALTROVE AN: "VELTRONI INCAPACE DI AFFRONTARE LA QUESTIONE SICUREZZA" FOTO SU FabrizioSantori**capogruppo AN Roma XVI - DA VILLA TROILI PROBLEMA SPOSTATO ALTROVE WWW.FABRIZIOSANTORI.COM "Nonostante lagiunta capitolina stia tentando invano tutte le strade per risolverel'emergenza sicurezza nella città di Roma risulta sterile l'azionee la proposta politica per arginare la presenza di baracche abusive edegli insediamenti nomadi irregolari ormai presenti su tutto ilterritorio" lo dichiarano con una nota congiunta Fabrizio SANTORI (AN),capogruppo del Municipio Roma XVI, e Antonio AUMENTA (AN), consigliere delMunicipio Roma XVI.

07/apr/2007 12.10.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA NOMADI:  

DA VILLA TROILIPROBLEMA SPOSTATO ALTROVE

 

AN: “VELTRONI INCAPACE DI AFFRONTARE LA QUESTIONE SICUREZZA”

 

 

 

FOTO SU FabrizioSantori**capogruppo AN Roma XVI - DA VILLA TROILI PROBLEMA SPOSTATO ALTROVE

 

WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

Nonostante lagiunta capitolina stia tentando invano tutte le strade per risolverel’emergenza sicurezza nella città di Roma risulta sterile l’azionee la proposta politica  per arginare la presenza di baracche abusive edegli insediamenti nomadi irregolari ormai presenti su tutto ilterritorio” lo dichiarano con una nota congiunta Fabrizio SANTORI (AN),capogruppo del Municipio Roma XVI, e Antonio AUMENTA (AN), consigliere delMunicipio Roma XVI.

 

“Lo sgombero dell’excampo nomadi di Via di Villa Troili sta causando disastri in altri quartieripoiché i nomadi, abusivamente presenti all’interno dello stesso, si sonoallocati in altre zone e aree verdi limitrofe causando innumerevoli episodi dimicrocriminalità, di carenze igienico-sanitarie e di azioni di indecoro urbano,– denunciano gli esponenti di AN – le segnalazione dei residenti dialtre zone della città, che continuano a protestare, ormai hanno delineato unquadro chiaro e inequivocabile: dei 500 nomadi stimati prima dello sgomberosolo 150, sotto l’egida dell’Opera Nomadi, sono stati regolarmenteposizionati, gli altri, di maggior numero, si sono stanziati abusivamente nellearee verdi al fianco del quartiere Corviale e all’interno della fabbricaex-oleificio tra Magliana e Portuense, infine circa 50 nomadi si sono collocatinella macchia Pedica di Brava tra Via degli Aldobrandeschi e Via dellaVignaccia”.

 

“Arrivati a questo punto ènecessario che il Sindaco Veltroni comprenda che è venuto il momento di farsida parte sollecitando invece il governo nazionale ad adottare uno stato diattenzione al problema nomadi, urgente e improrogabile, – conclude lanota – le continue segnalazione dei cittadini e l’aumentoindiscriminato di episodi di criminalità, che si registrano quotidianamentesulle nostre strade, richiede immediati interventi: riqualificazione delle areeperiferiche dove insistono oggi i campi abusivi, regolamentazione dellalegislazione dei nomadi che parta da un loro effettivo censimento sulterritorio romano e nazionale per dire basta alla negligenza caratterizzantedella politica capitolina negli ultimi 14 anni, non è pensabile che quando icittadini gridano aiuto per il rispetto della legge, della loro libertà etranquillità del loro patrimonio le Istituzioni non rispondano mai”.

 

Roma 7 aprile 2007

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl