FESTA IMMIGRATI MUNICIPIO XVI

22/apr/2007 14.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

IMMIGRATI ROMA:FESTA DELLA CONSULTA NEL XVI

 

AN: “evitare l’inasprimento del percorso di integrazionedegli stranieri”

 

“Non bisogna mai abbandonarequel percorso di integrazione delle comunità straniere presenti inItalia” lo dichiarano con una nota Fabrizio Santori,capogruppo di AN del Municipio Roma XVI, e Antonio Aumenta, consigliere di AN,a poche ore dall’inizio della giornata di festa e di scambiointerculturale “Tutti uguali, tutti diversi” organizzata al LiceoMontale in Via Bravetta dalla Consulta degli immigrati del XVI Municipio diRoma.

 

“Parteciperemo alla giornatadi incontro tra le comunità italiane e straniere perché riteniamo fondamentalerealizzare un obiettivo ambizioso che vede tutte le forze politiche delterritorio unite per debellare ogni forma di razzismo e di indifferenza versochi tenta ogni giorno, con fatica, di sbarcare il lunario, – prosegue lanota – ma attenzione a non prendere strade inverse: è opportunoproseguire l’integrazione degli stranieri con moderazione e senso diequità nei confronti dei cittadini italiani onde evitare lo scatenarsi delsentire comune su derive xenofobe e il successivo facile passaggio a episodi diviolenza”.

 

“Le ultime decisioni in temadi immigrazione del governo Prodi ricadranno pesantemente sulla rete diassistenza sociale dei comuni italiani creata in questi anni con grandi sforzied enormi sacrifici: il dimezzamento del periodo per ottenere la cittadinanzaitaliana, l’ampliamento delle possibilità di ricongiungimento familiareper gli extracomunitari già residenti in Italia, le grandi sanatorie dicittadini illegalmente presenti sul suolo nazionale, l’abbassamento deifondi per il controllo delle frontiere e l’apertura delle carceri pernumerosi cittadini in difficoltà moltiplicheranno i soggetti bisognosi disostegno sociale mandando al collasso la rete sociale del comune di Roma. Se siconsidera che già da qualche anno l’amministrazione capitolina non riescea garantire un’assistenza piena e costante ai numerosi cittadini romanidisabili, anziani, giovani e minori in difficoltà presenti in città”.

 

“Non ci pare socialmentegiusto vedersi sistematicamente scavalcare nelle graduatorie per avere unacasa, per un posto all’asilo nido, per un contributo per l’affitto,per un’assistenza domiciliare da nuclei familiari di extracomunitari cheimprovvisamente avranno la cittadinanza italiana, – conclude la nota– il centrosinistra sta tentando in tutti i modi di accelerare unpercorso pericoloso esclusivamente per godere, in sede elettorale, di un nuovoblocco sociale e tutto questo per i cittadini italiani significa maggiori costisociali e minori diritti che potrebbero causare, nei prossimi anni, fortitensioni sociali”

 

Roma 22 aprile 2007

 

Per info

www.fabriziosantori.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl