ROMA SICUREZZA: CIAO VANESSA

ROMA SICUREZZA: CIAO VANESSA AN: "C'è IL SENTORE CHE NULLA POSSA CAMBIARE" 4 mesi fa moriva in strada giampiero stramucci, altra vittimadell'insicurezza PER INFO NESSUN FUTURO SENZA SICUREZZA su www.fabriziosantori.com "Tra i cittadini romani si sta alimentando unsentore comune che nulla possa cambiare per il continuo ripetersi di episodi diinsicurezza e indifferenza che accrescono paura e diffidenza" lo dichiaraFabrizio Santori,capogruppo di AN del Municipio Roma XVI.

03/mag/2007 11.20.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

AN: “C’è IL SENTORE CHE NULLA POSSA CAMBIARE”

 

4 mesi fa moriva in strada giampiero stramucci, altra vittimadell’insicurezza

 

PER INFO

NESSUN FUTURO SENZA SICUREZZA su www.fabriziosantori.com

 

”Tra i cittadini romani si sta alimentando unsentore comune che nulla possa cambiare per il continuo ripetersi di episodi diinsicurezza e indifferenza che accrescono paura e diffidenza” lo dichiaraFabrizio Santori,capogruppo di AN del Municipio Roma XVI.

 

“Sono passati solo 4 mesi dalla morte diGiampiero Stramucci, barbaramente ucciso il 21 dicembre 2006 a Piazzale Dunant, inpieno giorno e in una zona altamente trafficata, per non aver concessol’elemosina a due tossicodipendenti segnalati da anni nella zona, e leparole del Sindaco Veltroni, a suo tempo, tagliavano corto e tentavano da unlato di sottovalutare l’accaduto e dell’altro risuonavano come unmonito a chi lanciava l’allarme sicurezza nella Capitale, –denuncia la nota – a distanza di pochi mesi Roma piange un’altravittima dell’insicurezza e dell’indifferenza, questa volta unagiovanissima ragazza che  si recava a lavoro partendo da una periferiaromana un semplicissimo tragitto metropolitano che viene effettuato ogni giornoda milioni di cittadini”.

 

 

“Purtroppo le scellerate decisioni a livellonazionale di svuotare le carceri con l’indulto, di garantire impunità eincertezza della pena e le ultimissime decisioni in tema di immigrazione alimentanolo scatenarsi di intolleranza e preoccupazione per la serenità e la vivibilitàdei nostri quartieri, – conclude la nota -  Roma è diventata unBronx, non esiste neanche più la libertà di circolare senza essere aggrediti,per questo continueremo a chiedere un cambiamento di rotta radicale in tema disicurezza come già fatto mediante la presentazione di un dossier sulle aree diillegalità della Capitale, che sembra sia stata ignorata dalle istituzionipoiché si continuano a non riconoscere tutte le criticità che esistono nellacittà, che molto spesso sfociano in atti di gravità assoluta, accantonandoun’azione preventiva di controllo dei territori più colpiti dallacriminalità”.

 

Roma 3 maggio 2007

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl