SICUREZZA CENTROSINISTRA ALLO SFASCIO

SICUREZZA CENTROSINISTRA ALLO SFASCIO ROMA, MUNICIPIO ROMAXVI: ENNESIMA VOLTA CADE NUMERO LEGALE AN: "SULLASICUREZZA MAGGIORANZA ALLO SFASCIO" RIFONDAZIONE EMODERATI ABBANDONANO L'AULA PER PROTESTA "Sui problemi della sicurezzala maggioranza di centrosinistra al Municipio XVI fa cadere perl'ennesima volta il numero legale dovuta al volutoall'allontanamento dall'aula di numerosi consiglieri dissidenti incrisi con la giunta municipale" lo dichiarano con una nota congiunta iconsiglieri del gruppo di AN del Municipio Roma XVI,Fabrizio Santori,capogruppo, Antonio Aumenta, Marco Valente, Bruno D'Ambrogio e MarisaBarbieri.

24/lug/2007 16.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA, MUNICIPIO ROMAXVI: ENNESIMA VOLTA CADE NUMERO LEGALE

 

AN: “SULLASICUREZZA MAGGIORANZA ALLO SFASCIO”

 

RIFONDAZIONE EMODERATI ABBANDONANO L’AULA PER PROTESTA

 

“Sui problemi della sicurezzala maggioranza di centrosinistra al Municipio XVI fa cadere perl’ennesima volta il numero legale dovuta al volutoall’allontanamento dall’aula di numerosi consiglieri dissidenti incrisi con la giunta municipale” lo dichiarano con una nota congiunta iconsiglieri del gruppo di AN del Municipio Roma XVI,Fabrizio Santori,capogruppo, Antonio Aumenta, Marco Valente, Bruno D’Ambrogio e MarisaBarbieri.

 

“Questa mattina per laquindicesima volta dall’inizio della consiliatura la maggioranza in crisinon ha garantito in aula la presenza di 13 consiglieri per tangibili segnali diprotesta e di spaccatura interna che sta logorando il centrosinistra, –denunciano i consiglieri di AN – la gravità dell’atteggiamento nonè legato all’esclusivo comportamento odierno ma da condotte ecomportamenti ripetuti nel tempo che stanno immobilizzando i lavori delconsiglio infatti è una forma grave e inaudita che il Consiglio del Municipiovenga convocato ripetutamente due volte a settimana dallo scorso 5 luglio conil medesimo ordine del giorno senza aver approvato un atto utile ai problemidei cittadini”.

 

“Siamostanchi di questo atteggiamento negligente e sfascista e lo sono anche icittadini del territorio che chiedono interventi concreti per la sicurezzadella città, – concludono gli esponenti di An – ormai è evidenteche il centrosinistra con l‘abbandono dell’aula dei consiglierimoderati e dell’esponente di rifondazione comunista, non riesce agovernare questa fetta di territorio romano e la sicurezza del territorio èfuori controllo per evidenti incapacità gestionali e gravi spaccature interne,per questo, abbiamo presentato 15 ordini del giorno che analizzano lepreoccupazioni dei residenti proponendo delle soluzioni immediate sui parchipericolosi come Villa Flora, Villa Pamphili e Villa Sciarra assediati daextracomunitari, contro i parcheggiatori abusivi e i rovistatori deicassonetti, per l’istituzione del tanto atteso vigile di quartiere, perla richiesta di posti di polizia mobili e caserme dei Carabinieri in luoghisprovvisti, contro la prostituzione in Via di Villa Troili e la sicurezza deicommercianti in Via dei Colli Portuensi e Via Jenner, per la tutela deiresidenti a Castel di Guido, Massimina e Casal Lumbroso, per lo sgombero del ResidenceRoma, di Via del Casaletto e del Forte Bravetta, per l’allontanamento deinomadi a Porta Portese, al Parco Ghetanaccio e in Via degli Aldobrandeschi,contro il Ddl Amato Ferrero che intende affollare le nostre città di immigraticlandestini”.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE NEL DETTAGLIO GLI ORDINI DELGIORNO DI ALLEANZA NAZIONALE

 

Roma24/07/2007

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl