INDIVIDUATA NUOVA DISCARICA

INDIVIDUATA NUOVA DISCARICA COMUNICATO STAMPA (anche in allegato) ROMA:RESIDENCE BRAVETTA, INDIVIDUATA NUOVA DISCARICA DIMATERIALI DI RISULTA ALL'INTERNO DELLA VALLE DEICASALI AN: "Raggiunta quota 2500 firme macresce la devastazione ambientale" CLICCA SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM PER LEFOTO DEL DEGRADO DEL RESIDENCE: DISCARICA E AUTO ABBANDONATE "Nell'area a parcheggioadiacente alla palazzina E del Residence Roma, all'interno della Valledei Casali, è sorta una discarica abusiva di notevoli dimensioni dove risultanovolutamente incendiate enormi quantità di materiale di risulta" lodenunciano con una nota Fabrizio Santori, capogruppo di AN al Municipio Roma XVI e AntonioAumenta (AN), consigliere del Municipio Roma XVI.

07/ago/2007 15.30.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA (anche in allegato)

 

ROMA:RESIDENCE BRAVETTA,

INDIVIDUATA NUOVA DISCARICA DIMATERIALI DI RISULTA

ALL’INTERNO DELLA VALLE DEICASALI

 

AN: “Raggiunta quota 2500 firme macresce la devastazione ambientale”

 

CLICCA SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM PER LEFOTO DEL DEGRADO DEL RESIDENCE: DISCARICA E AUTO ABBANDONATE

 

“Nell’area a parcheggioadiacente alla palazzina E del Residence Roma, all’interno della Valledei Casali, è sorta una discarica abusiva di notevoli dimensioni dove risultanovolutamente incendiate enormi quantità di materiale di risulta” lodenunciano con una nota Fabrizio Santori, capogruppo di AN al Municipio Roma XVI e AntonioAumenta (AN), consigliere del Municipio Roma XVI.

 

“Ma la devastazione cresce nonsolo dal punto di vista sociale all’interno delle strutture del Residencema anche ai margini degli edifici: – prosegue la nota – sullastrada confinante della struttura di Via Bravetta da mesi sono stateabbandonate decine  di automobili in evidente stato di trascuratezza emanifestamente di dubbia provenienza che contribuiscono alla crescita delladevastazione ambientale e del degrado sociale”.

 

“Non dimentichiamo inoltre checontinua la prassi degli attuali occupanti del Residence Roma di gettarel’immondizia nei giardini interni della struttura ormai diventato unluogo ad alto rischio di malattie infettive e senza le più elementari normeigienico-sanitarie, – conclude la nota – intanto mentre la giunta Veltronilatita la raccolta firme, lanciata da Alleanza Nazionale ha raggiunto quota2500 adesioni che ha lo scopo di richiedere lo sgombero immediato e definitivodella palazzina A1 del Residence Roma, unico edificio, dei cinque che componevanoil complesso residenziale, rimasto in piedi e attualmente abitato da famiglieappartenenti a varie etnie, tra le quali senegalesi e rom, e iniziarefinalmente la realizzazione delle opere di risanamento per il quartiere”.

 

Roma, 07/08/2007

 

PER INFO

WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl