IL CREPUSCOLO DEI SAMPIETRINI

08/ago/2007 16.30.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA: DOPO IL SORGERE DEGLI SCEMPI ARCHITETTONICI

SAMPIETRINI IN VIA DI ESTINZIONE

 

AN: “Veltroni calpesta la storia diRoma almeno rispetti le direttive europee per la sicurezza stradale”

 

CLICCA SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM PER LEFOTO DEL SELCIATO DI VIA DEI QUATTRO VENTI e LA DELIBERA DI GIUNTA

 

“I sampietrini sono oggettiunici che appartengono al patrimonio storico e culturale della Capitale, sonoun elemento caratteristico di alcune strade che da quasi un secolo collegano inostri quartieri, vale per il centro storico, come per via dei Quattro Venti,nel Municipio XVI, dove da più di settant’anni sono presenti ecostituiscono il simbolo della storia del quartiere Monteverde vecchio”.È quanto affermano in una nota Fabrizio Santori, capogruppo di Alleanza Nazionaleal Municipio XVI e Franco Bernardini, Presidente del circolo di An La prima adestra di Monteverde vecchio che lanciano la proposta “di recuperare iselci tolti nelle aree pedonali del quartiere, da dove vengono estratti, poichérimane il timore di una speculazione nella vendita dei preziosi cubetti diselce” .

 

“Come è evidente che lacarenza trentennale della manutenzione dei sampietrini ha contribuito adaccrescere la pericolosità dei cunei plumbei e la scivolosità del manto per imotocicli e automobili, e il passaggio dei mezzi ha creato un frastuonocostante e molesto per i residenti del quartiere è altrettanto vero che lasostituzione dei nemici giurati dei tacchi alti porterà al quartiere nuovoasfalto che tra qualche mese, come è tipico delle opere stradali capitoline,risulterà già disastrato e maggiormente pericoloso per moto, motorini e automobili,– denuncia la nota – la Giunta Veltroni se proprio ha intenzione dicalpestare la storia di Roma, per le sue tradizioni e le sue radici, almenorispetti le direttive europee in tema di sicurezza stradale, di resistenzameccanica e stabilità del bitume: spesso i materiali utilizzati dalle dittescelte dall’amministrazione risultano carenti in termini di prestazionicome adesione del legante agli aggregati, durezza e resistenza alladeformazione permanente, resistenza alla fatica, resistenza allo slittamento,resistenza all'abrasione e conducibilità idraulica, senza dimenticare imateriali scadenti utilizzati per le strisce pedonali che contribuiranno adaggravare la pericolosità del manto stradale”.

 

“Se il mostro dell’AraPacis  è l’emblema di una frettolosa voglia di provare una architetturad’avanguardia inadeguata al contesto capitolino ed esclusivamentedestinata ad alimentare l’immagine di Veltroni, il tramonto deisampietrini, approfittando della disattenzione dei romani in vacanza, -conclude la nota - dimostra i veri intenti di questa amministrazione, semprepronta all’impatto mediatico delle proprie iniziative culturali ma maiseriamente impegnata a conservare e valorizzare il patrimonio artistico giàesistente e allo stesso tempo non migliorando la sicurezza stradale dellaCapitale, che mantiene l’indiscutibile primato di città più pericolosad’Italia”.

 

Roma, 08/08/2007

 

PER INFO

WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl