INDIVIDUATO TERRENO A CASTEL DI GUIDO

INDIVIDUATO TERRENO A CASTEL DI GUIDO ROMA, SICUREZZA:PREOCCUPA IL SILENZIO DELLA GIUNTA VELTRONI COMMISSIONE PER IMEGACAMPI NOMADI HA INDIVIDUATO I 5 ETTARI DI TERRENOCOMUNALE A CASTEL DI GUIDO MARSILIO, BARBIERI,SANTORI (AN): "A MASSIMINA, CASAL LUMBROSO E CASTEL DI GUIDO SALE LATENSIONE" "Cinque ettari di terreno diproprietà del Comune di Roma a Castel di Guido, già individuati in altreoccasioni per l'accoglienza di nomadi ed extracomunitari, sembrano sianostati indicati dalla Commissione istituita dal Prefetto e dal Sindaco il 18maggio 2007 per la possibile costruzione di uno dei 4 grandi campi rom volutidalla giunta Veltroni" è quanto dichiarano in una nota congiunta MarcoMarsilio, capogruppo di AN al Comune di Roma, Marisa Barbieri, presidentedella commissione Trasparenza del Municipio Roma XVIe Fabrizio Santori,capogruppo di AN del Municipio Roma XVI, i quali denunciano "l'assordante silenzio della giunta Veltroni inmerito allo stato di agitazione dei cittadini di Massimina, Casal Lumbroso eCastel di Guido che hanno raccolto migliaia di firme per scongiurarel'arrivo del mega campo rom nelle aree di proprietà dell'amministrazionecomprese tra l'Aurelia e Via di Castel di Guido".

22/ago/2007 15.30.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA, SICUREZZA:PREOCCUPA IL SILENZIO DELLA GIUNTA VELTRONI

 

COMMISSIONE PER IMEGACAMPI NOMADI HA INDIVIDUATO

I  5 ETTARI DI TERRENOCOMUNALE A CASTEL DI GUIDO

 

MARSILIO, BARBIERI,SANTORI (AN): “A MASSIMINA, CASAL LUMBROSO E CASTEL DI GUIDO SALE LATENSIONE”

 

“Cinque ettari di terreno diproprietà del Comune di Roma a Castel di Guido, già individuati in altreoccasioni per l’accoglienza di nomadi ed extracomunitari, sembrano sianostati indicati dalla Commissione istituita dal Prefetto e dal Sindaco il 18maggio 2007 per la possibile costruzione di uno dei 4 grandi campi rom volutidalla giunta Veltroni” è quanto dichiarano in una nota congiunta MarcoMarsilio, capogruppo di AN al Comune di Roma, Marisa  Barbieri, presidentedella commissione Trasparenza del Municipio Roma XVIe Fabrizio Santori,capogruppo di AN del Municipio Roma XVI, i quali denunciano “l’assordante silenzio della giunta Veltroni inmerito allo stato di agitazione dei cittadini di Massimina, Casal Lumbroso eCastel di Guido che hanno raccolto migliaia di firme per scongiurarel’arrivo del mega campo rom nelle aree di proprietà dell’amministrazionecomprese tra l’Aurelia e Via di Castel di Guido”.

 

“Proprio il Sindaco Veltroni,poco prima della campagna elettorale, durante un’assemblea pubblica, fucostretto, poiché sorpreso in una operazione poco trasparente di cessione diaree del camping ex lorium di proprietà dell’amministrazione, apromettere ai cittadini di Castel di Guido che non avrebbe mai consentitol’arrivo di profughi né di nomadi nella zona ma ora, – proseguonogli esponenti di AN - tutto sembra dimenticato e il silenzio della giuntaVeltroni alle migliaia di richieste dei residenti ci fa pensare che tutto siastato deciso all’insaputa della popolazione locale”.

 

“Il Sindaco Veltroni nondimentichi la situazione disastrosa, dal punto di vista ambientale e dellasicurezza, in cui vive il quartiere, da quasi 10 anni si coabita con il camponomadi autorizzato della Monachina, con le migliaia di baraccopoli abusive chesi sono impossessate di tutte le aree boschive della zona, la presenza del Cptdi Ponte Galeria, la celebre discarica di Malagrotta è un pesante macigno chedevasta la salute dei residenti, così come la raffineria, l’inceneritoredei rifiuti e i continui lavori di cavazione nelle aree adiacenti, inoltre nonci sono scuole soprattutto per l’infanzia, i luoghi per l’aggregazionetra giovani o tra anziani sono inesistenti, mancano aree per fare sport ecultura  e in alcune zone non c’è acqua potabile e le fognature sonodiventate un sogno, eppure – conclude la nota – con il villaggiocosiddetto della solidarietà che conterrà 1000 rom si vogliono dare servizi adaltri cittadini e soprattutto si vuole acutizzare una situazione già pesanteper il quadrante periferico di Massimina e Castel di Guido: è molto facilecontinuare a giocare sulla sfiducia dei cittadini e individuare quartieriabbandonati dalle istituzioni come luogo di raccolta di tutti i problemi diun’intera città sarebbe più corretto e onesto comunicare la reale volontàdella giunta Veltroni considerato che il termine ultimo previsto perl’individuazione delle aree  è scaduto il 18 agosto u.s. così comeimposto dal Patto per la sicurezza sottoscritto ad aprile alla presenza delMinistro dell’Interno”.

 

 

Roma22/08/2007

 

PERINFO

LEGGILO STRALCIO DEL PATTO PER LA SICUREZZA

SU WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

Tel. 3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl