BRAVETTA CASA EVITARE SPECUAZIONI

31/ago/2007 21.20.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

FAMIGLIE ITALIANE ACCETTANO SISTEMAZIONE ALTERNATIVE DOPOMEDIAZIONE AN

AN: "NON SPECULARE SULLA PELLE DELLA GENTE SENZA CASA”

“Solo grazieall’intervento di mediazione di Alleanza Nazionale eall’occupazione dimostrativa delle famiglie italiane del Residence Romail Gabinetto del Sindaco si è reso disponibile a trovare sistemazionialternative a quelle proposte inizialmente che risultavano dei veri e proprilager” lo dichiarano in una nota Luca Gramazio (An), consigliere comunaledi Roma, Antonio Aumenta e FabrizioSantori, consiglieri di An in XVI Municipio.

 

“Respingiamo qualsiasi biecaspeculazione avanzata dai consiglieri dell’Ulivo che hanno invece tentatodi sgomberare l’aula consiliare dove si erano pacificamente sistemate lefamiglie invocando addirittura l’intervento dei vigili urbani e dellapolizia di stato ma anche in questo caso l’intervento di An hascongiurato pesanti risvolti drammatici soprattutto evitando per le famiglieitaliane una nuova notte sotto le stelle, – sottolineano i consiglieri diAn – mentre l’amministrazione comunale inizialmente aveva propostodei centri di accoglienza attualmente le 6 famiglie italiane  e 1 rumenacon un totale di 9 bambini sotto i 10 anni dormiranno questa notte in postiaccoglienti suddivisi tra Tor Pagnotta e Infernetto, solo 4 persone invecehanno trovato sistemazione nel centro della Pace in Via Casilina con lapromessa che tra 15 giorni otterranno, sempre in via temporanea, un residence aVal Cannuta”.

 

“Riteniamo dunque strumentali,false e propagandistiche le dichiarazioni dei consiglieri dell’Ulivo chepossono essere smentite in qualsiasi momento dalle famiglie interessate –conclude la nota – per questo ci troviamo costretti a rilasciare questanota che mai avremmo voluto inviare perché riteniamo che se si svolgeun’opera di solidarietà questo lo si fa esclusivamente per il bene dellagente e non per una losca speculazione messa in atto oggi da istituzioni localiche piuttosto dovrebbero preoccuparsi delle altre decine di famiglie romaccampate in Via di Bravetta”.

 

Roma 31 agosto 2007

 

Per info

3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl