ASILO NIDO D'ARONCO RIMANE CHIUSO

ASILO NIDO D'ARONCO RIMANE CHIUSO ANCORA RITARDIDOVEVA ESSERE PRONTO A NOVEMBRE 2006 Lefoto del cantiere clicca qui - www.fabriziosantori.com AN: "GENITORI COSTRETTI A TROVARE costose ALTERNATIVE" "Senza alcun preavviso questamattina 60 famiglie romane hanno trovato una spiacevole sorpresa, trovando leporte chiuse dell'asilo nido di Via D'Aronco, sono state costrette a improvvisare soluzioni alternative per i loro piccoli provocando innumerevolidisagi e giuste proteste" lo dichiara Fabrizio Santoricapogruppo di An del XVI Municipio di Roma che denuncia "il nido dovevaessere pronto a novembre del 2006".

03/set/2007 15.30.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ANCORA RITARDIDOVEVA ESSERE PRONTO A NOVEMBRE 2006

Lefoto del cantiere clicca qui – www.fabriziosantori.com

 

AN: “GENITORI COSTRETTI A TROVARE costose ALTERNATIVE”

 

“Senza alcun preavviso questamattina 60 famiglie romane hanno trovato una spiacevole sorpresa, trovando leporte chiuse dell’asilo nido di Via D’Aronco, sono state costrette a improvvisare soluzioni alternative per i loro piccoli provocando innumerevolidisagi e giuste proteste” lo dichiara Fabrizio Santoricapogruppo di An del XVI Municipio di Roma che denuncia “il nido dovevaessere pronto a novembre del 2006”.

 

“Oggi sarebbe dovuta  suonarela prima campanella per 16.000 bambini sotto i tre anni ma così non è stato peril nido di Via D’Aronco: i gravi ritardi delle ditte che hanno inappalto la costruzione e la grave responsabilità del municipionell’allestimento della nuova struttura hanno costretto le educatrici  adaffiggere una comunicazione sul cancello di entrata in cui si informa che ilnido accoglierà i bambini  a partire dal 10 settembre ma le aule eil giardino si presentano come un cantiere aperto ancora in  alto mare perquesto abbiamo forti dubbi sulla data di apertura  comunicata,   –denuncia la nota – da mesi avevamo messo in guardial’amministrazione ma, nonostante le promesse della giunta di centrosinistra,ci troviamo nuovamente a subire imbarazzanti annunci veltronianiche cozzano con la realtà, infatti ad oggi le uniche certezze sono solo irisultati negativi della politica per l’infanzia del Comune di Roma chesta coinvolgendo ogni anno circa 9000 famiglie romane rimaste in listad’attesa”.

 

“La Delibera digiunta comunale n° 500 del 11/09/2006 annunciava la costruzione di 18 asilinido prefabbricati in tutta la città di Roma da assegnare all’aziendacomunale Farmacap, tra cui il nido di Via D’Aronco, fissando i tempi diapertura delle strutture che avranno invece un gravissimo ritardo, un altroesempio è rappresentato dalla struttura di Via dei Colli Portuensi- Via Artomche non aprirà prima del prossimo dicembre con un ritardo complessivo di unanno solare, – conclude la nota -  non bastano i 9000 bambini in listad’attesa, 500 nel Municipio XVI, ma ora anche a chi è stato garantito unposto in un nido si trova costretto seguire il calvario delle altre famiglieromane che anche quest’anno saranno costrette a tenere i propri figli inun asilo privato a costi insostenibili”.

 

Roma 3 settembre 2007

 

Per info Fabrizio Santori3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl