RISPARMIARE ENERGIA NELLE SCUOLE. UNO STUDIO DEL MUNICIPIO

10/nov/2007 15.00.00 Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
 
I COSTI ENERGETICI DELLE SCUOLE
NEL MUNICIPIO ROMA XVI

UNA RICERCA SPIEGA I POSSIBILI RISPARMI


Nella settimana della sostenibilità, promossa dall'Unesco,nel liceo scientifico G.B.Morgagni di Roma è stato fatto un bilancio sulprogetto ''Efficienza energetica e fonti rinnovabili'', realizzato dalMunicipio Roma XVI, presieduto da Fabio Bellini, eRomaEnergia  (agenzia del Comune di Roma) con il contributo diCampidoglio, Provincia di Roma e Regione Lazio.   

Come campione sono state selezionate 28 scuole su 50: 5 asili nido, 14tra materne ed elementari e 9 scuole medie inferiori.  A spiegare irisultati della ricerca l'assessore  Alberta Maranzano,assessore alle Politiche della sostenibilità ambientale del Municipio,che ha sottolineato l'obiettivo dello studio svolto: «Analizzare lo statoattuale del sistema edificio-impianti per individuare il tipo diinterventi mirati al risparmio energetico e di uso delle fontirinnovabili indicando le linee guida per ciascuna scuola».

Secondo la ricerca i costi energetici annuali per il campione di scuoleesaminato ammontano a 507.454 euro pari a 6.224 MW/h. «In terminieconomici», ha spiegato l'assessore Maranzano, «ad incidere di piùè l'energia elettrica rispetto a quella termica. Costi ed emissioni chepossono essere ridotte utilizzando gli impianti fotovoltaici nelle 23scuole che ne consentono la realizzazione sul lastrico solare».

Per quanto riguarda i benefici ambientali conseguenti alle installazioni,lo studio evidenzia come sia possibile risparmiare 1.246 MW/h all'anno dienergia primaria (elettrica e termica, ndr) evitando l'emissionedi 248 tonnellate di anidride carbonica fissata ogni anno da 32.335alberi.

Roma, 9 novembre 2007

Segue una breve nota illustrativa dle progetto

**************************************
Ufficio stampa: 347.2434558

email: municipiosedici@virgilio.it
sito web:
www.romasedici.it
***************************************

BREVE NOTA ILLUSTRATIVA DEL PROGETTO

Il Protocollo di Kyoto, entrato definitivamente in vigore il 16febbraio 2006, anche se definito nelle finalità e nei contenuti già dal1997, indica le politiche e le misure che i Paesi firmatari si impegnanoad adottare per la riduzione dell’emissione di gas climalteranti. Lapercentuale di riduzione è stabilita rispetto ai valori rilevati nel1990; per l’Italia è pari al 6,5% entro il 2008-2012.
L’Italia ha adottato le “Linee Guida per le politiche e le misurenazionali di riduzione delle emissioni dei gas serra” con Delibera delC.I.P.E. del 19 novembre 1998, ha redatto il “Libro Bianco per lavalorizzazione energetica delle fonti rinnovabili” e ratificato ilProtocollo di Kyoto nel giugno del 2002. Nonostante le dichiarateintenzioni, nel 2002 le emissioni risultavano superiori del 9% rispettoai valori del 1990 (Rapporto Energia e Ambiente 2005 redatto daENEA).
Il progetto “Efficienza energetica e fonti rinnovabili” si inserisce inquesto quadro di intenti ed all’interno della politica ambientale delComune di Roma e del Municipio Roma XVI. E’ stato realizzato con ilcontributo finanziario del Comune di Roma, della Provincia di Roma edella Regione Lazio previsto dal Quadro Cittadino di Sostegno (QCS).
Nasce dalla necessità di controllare l'efficienza energetica degliedifici (ossia gli “involucri”), degli impianti elettrici e diriscaldamento in maniera tale da averne una "mappatura"completa al fine di ridurre il consumo di energia primaria(principalmente fossile) e quindi di ottenere una riduzione delleemissioni di gas climalteranti. Lo studio vuole infine fornireindicazioni tecniche per la attuazione di quanto disposto dalla Del.G.C.282/2001 per l'uso di fonti rinnovabili di energia negli edificipubblici.
Il progetto si propone quindi di analizzare lo stato attuale del sistema“edificio-impianti” (impianto elettrico e di riscaldamento) e diindividuare gli interventi mirati al risparmio energetico e di uso dellefonti rinnovabili di energia (in particolare energia solarefotovoltaica), specifici per ogni scuola, in relazione ai costi dasostenere. Si è pertanto ricavata una serie di indicazioni per ogniscuola studiata che indirizzino gli interventi di manutenzione nelladirezione di una maggiore efficienza energetica.
Si è scelto un campione di scuole del Municipio Roma XVI, per poieventualmente ampliare lo studio a tutte le scuole e a tutti gli edificipubblici del Municipio stesso.

E’ stata redatta una scheda per ciascuna scuola analizzata, con unadescrizione dettagliata delle prestazioni energetiche dell’edificio prima(dati sui consumi elettrici e per il riscaldamento degli ambienti,planimetrie del lastrico solare, reportage fotografico e scheda disopralluogo) e dopo gli interventi ipotizzati (studio di fattibilitàtecnico-economico di ogni tipologia di intervento, di risparmioenergetico e di uso delle fonti rinnovabili di energia), con il risparmioenergetico ed economico conseguibile e con i benefici ambientaliderivanti dalle azioni.

La diagnosi energetica

La diagnosi energetica degli edifici consiste nell’analisi deiconsumi di energia e la valutazione energetica, economica ed ambientaledei possibili interventi di risparmio e di utilizzo delle fontirinnovabili.
Da un punto di vista operativo, una diagnosi energetica integra datiraccolti sul campo (a seguito di sopralluoghi) con strumenti di calcolo(elaborazione di un modello matematico dell’edificio/impianti),attraverso cui individuare e analizzare interventi di riqualificazioneenergetica dell’edificio.
Il campione di scuole
Come campione sono state selezionate 28 scuole su 50 presenti nelterritorio del Municipio Roma XVI. Nella scelta sono stati tenuti inconto criteri tecnici ed economici, per rendere il campione il piùrappresentativo possibile.
Gli edifici scolastici ospitano le seguenti scuole:
5 sono solo asili nido: “La Coccinella”, via F. Durante n.24; “La frecciaazzurra”, p.zza Ceresi n.11; “Cocco e drilli”, via del Casaletto n.443;“Parco Flora”, via G. D’Avarna n.30; “Morgana la rana”, via Dei ColliPortuensi n.471.
14 comprendono sia elementari che materne (statali e comunali): “E. Loi”,via della Pisana n.357; “C. Forlanini”, p.zza Forlanini n.8; “A.Toscanini”, via di Val Tellina n.50; “Lola di Stefano”, via A. Crivellin.24; “N. Martellini”, via Montesanto n.6; “F. De Andrè” succ., via dellaNocetta n.100; “Rio de Janeiro”, via F. Valagussa n.28; “V.H. Girolami”,via C. Manassei n.60; “I. Pizzetti” succ. Celli, via della Pisana n.168;“A. Celli”, via dei Torrioni n.44; “N. Martellini”, via I. della Giovannan.127; “R. Sanzio”, via del Casaletto n.597; “Buon Pastore”, via diBravetta n.338; “Bixio e F. Crispi”, largo Oriani n.1.
9 ospitano scuole medie statali: “F. De Andrè”, via Fabiola n.15; “AToscanini”, via A. Crivelli n.24; “N. Martellini”, via I. della Giovannan.125; “Villoresi”, via della Pisana n.306; “G. Morandi”, via G. D’Avarnan.9; “G. Franceschi”, via di Donna Olimpia n.45; “Ist. Comprensivo viaVanni”, via Montesanto n.6-via Vanni n.5-11; “G. Oberdan”, largo Ravizzan.2; “F. Crispi” via A.G. Barrili n.13.

Nella fase iniziale del lavoro sono stati definiti gli indici diprestazione del rendimento energetico termico ed elettrico degli edificisu cui effettuare la diagnosi energetica
Indice di prestazione termico
Come indice di prestazione termico si è utilizzato il consumo specificodella scuola, ovvero il rapporto tra consumo di combustibile (espresso inkWh/anno) e la superficie utile riscaldata dell’edificio scolastico(espressa il mq). Quindi, It=kWh/ mq anno.
Indice di prestazione elettrico
Analogamente, per i consumi di energia elettrica l’indice, denominatoIndicatore di prestazione elettrico Ie, è definito dal rapporto delconsumo medio annuo e della superficie utile. Quindi, Ie=kWh/ mqanno.

Classi energetiche

Si è scelto inoltre un indice per l’energia primaria consumatasecondo il metodo di calcolo utilizzato nella Campagna Europea Display,promossa e coordinata da Energie-Cités (sito webwww.display-campaign.org). A partire dagli indici di prestazione termicoed elettrico si calcola l’energia primaria specifica dell’edificio(kWh/mq anno), che determina la classe di appartenenza dell’edificio perciò che riguarda i consumi energetici. A questo indice corrispondeun’etichetta energetica, con lettere che, dalla A alla G, indicano ilgrado di efficienza dell’edificio. La classificazione è diversa pertipologia di edificio (educativa, amministrativa, o altro).
Simulazione del rendimento energetico dell’edificio
La simulazione del rendimento energetico del sistema edificio/impiantiante-operam e post-operam, ha fornito risposte sui possibili interventidi risparmio.

Risultati

Mappatura
Dallo studio è risultato un valore medio dell’energia primariaspecifica per ogni scuola in esame che corrisponde ad una determinataclasse energetica secondo la classificazione della Campagna Display.

Alcuni dati in breve
Il consumo annuo di energia totale, ovvero la somma dell’energiatermica e dell’energia elettrica consumate annualmente dal campione discuole è pari a 6.224 MWh/anno. La ripartizione percentuale dei consumienergetici: il 76% del consumo totale è di energia termica ed il restante24% di energia elettrica.
Il consumo annuo di energia corrisponde a 8.970 MWh/anno di energiaprimaria e quindi all’emissione annua di circa 2.049 tonnellate di CO2,ripartite come nella torta qui a destra.

Il 59% delle emissioni totali di CO2 è dovuto al consumo di combustibiliper il riscaldamento ed il restante 41% al consumo di energia elettrica.Si nota dunque come in termini ambientali è maggiore il peso dell’energiaelettrica, che rappresenta solo il 24% dei consumi energetici totali eben un 41% delle emissioni di CO2.
I costi energetici annuali sono di circa 507.454 euro per tutto ilcampione di scuole.
Il 59% del costo energetico totale è dovuto al consumo di combustibiliper il riscaldamento ed il restante 41% al consumo di energiaelettrica.
 Si nota dunque come anche in termini economici è maggiore il pesodell’energia elettrica, che rappresenta solo il 24% dei consumienergetici totali e ben un 41% dei costi energetici.

Risparmi conseguibili
Successivamente alla simulazione del comportamento energeticodell’edificio, sia per il riscaldamento che per le utenze elettriche, sisono valutati i possibili interventi di risparmio energetico e diutilizzo delle fonti rinnovabili per ciascuna scuola, considerando ilmassimo risparmio ottenibile con interventi per i quali i tempi diritorno attualizzati degli  investimenti non superino i 10anni.
Si potrebbe conseguire un risparmio del 35% di energia primaria,corrispondente ad un risparmio di energia termica del 40% e di energiaelettrica del 19%, ed una riduzione delle emissioni di CO2 del 33%.
Se si considerano anche gli investimenti per i quali i tempi di ritornosuperano i 10 anni si ottiene un risparmio in energia primaria pari al39%, corrispondente ad un risparmio di energia termica del 47% e dienergia elettrica del 19%, e una riduzione delle emissioni di CO2 del36%.

Uso delle fonti rinnovabili di energia: gli impianti fotovoltaici per laproduzione di elettricità.
Delle 28 scuole analizzate, 23 consentono la realizzazione sul lastricosolare di impianti fotovoltaici. 
Il consumo di energia elettrica delle scuole considerate ammonta a circa1.226 MWh l’anno.
Nel complesso si potrebbero installare 318 kWp di fotovoltaico, con unaproduzione unitaria di 1.467 kWh/kWp installato all’anno, cheassicurerebbe una copertura del 38% del fabbisogno elettrico attualedelle scuole considerate. Nel caso di implementazione di tutti gliinterventi previsti per il risparmio di energia elettrica, si otterrebbeuna copertura del fabbisogno totale del 49% e alcune scuole supererebberocon la produzione fotovoltaica il fabbisogno elettrico.
Per quanto riguarda i benefici ambientali conseguenti alle installazioni,complessivamente si prevede di risparmiare 1.246 MWh/anno di energiaprimaria, evitando l’emissione in atmosfera di 248 tonn/anno di CO2eq,che corrisponde alla quantità di CO2 fissata ogni anno da 32.335alberi.

**************************************
sito web:www.romasedici.it
***************************************




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl