RONDE PACIFICHE: UN CONTROSENSO

10/nov/2007 15.10.00 Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

RONDE PACIFICHE: UN CONTROSENSO.
GARANTIRE LA SICUREZZA E’ COMPITO
DELLE FORZE DELL’ORDINE


Dichiarazione del presidente del Municipio Roma XVI, FabioBellini:

«Nella città, nonostante i dati pubblicati in questi giorni, spessovi è un sentimento di preoccupazione e paura che la politica el’Amministrazione devono saper interpretare e cogliere. Ma, in questigiorni, sta succedendo altro. E questo “altro” non va bene. Parlare oggidi “ronde”, organizzarle ed annunciarle pubblicamente, è inaccettabile inuna società civile basata sul principio di legalità. Il ricordo deimetodi squadristi del ventennio fascista è ancora tanto doloroso quantocondannato dalla storia. Esponenti della destra organizzano oggi, dopol’omicidio di Giovanna Reggiani, ronde nei quartieri, come quella distasera, che chiamano pacifiche. Un controsenso in termini. Tutelare lasicurezza dei cittadini è compito, in qualsiasi società governata dalleleggi, delle forze dell’ordine. Denunciare alle forze dell’ordine unreato è compito di ciascuno di noi, in quanto cittadino. Questo principiodi legalità non può essere derogato da iniziative organizzate in nomedella sicurezza da privati e, in quanto tali, discrezionali. Si è vistonei giorni scorsi che gruppi di violenti hanno commesso reati picchiandopersone e sfasciando negozi in nome dell’intolleranza e di una “giustiziafai da te” fuori da ogni regola.  Fare ronde, e chiamarle pacifiche,ripeto, è un controsenso: il rischio è quello fomentare ulterioreviolenza, istigare all’intolleranza».

Roma, 7 novembre 2007


**************************************
sito web:
www.romasedici.it
***************************************
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl