7 RISPOSTE POSITIVE ALTRIMENTI CRISI POLITICA IN REGIONE

15/gen/2008 08.47.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA,RIFIUTI:

MANIFESTAZIONE PER CHIUSURA DISCARICAMALAGROTTA

 

an:“7 RISPOSTE POSITIVE ALTRIMENTI CRISI POLITICA in regione”

 

APPUNTAMENTODOMANI 16 GENNAIO 2008 ORE 16 DI FRONTE LA PRESIDENZA DELLA REGIONE LAZIO

 

“Lapresenza di numerosi consiglieri del centrosinistra alla manifestazione didomani contro il governo Marrazzo è un segnale politico che non vasottovalutato e su cui molti partiti di maggioranza perderanno la propriacredibilità politica” lo dichiarano con una nota i consiglieri di AN delXV e del XVI Municipio Fabrizio Santori, Marco Palma,Augusto Santori,Antonio Aumenta che annunciano la presenza di Alleanza Nazionale allamanifestazione indetta per domani di fronte la presidenza della Regione Lazio per chiedere la chiusura immediatadella discarica di Malagrotta.

 

“Se ilPresidente Marrazzo ignorerà le richieste dei cittadini  non è pensabile chealcune forze politiche che lo sostengono possano continuare il doppio giocodivertendosi a fare la maggioranza e l’opposizione contemporaneamente– conclude la nota – auspichiamo che si apra una crisi dimaggioranza in Regione che porti alle dimissioni del presidente della giuntaregionale e si possa finalmente ripensare una politica dei rifiuti dalla partedella salute dei cittadini”.

 

Queste sarannole 7 richieste di Alleanza Nazionale al Presidente Marrazzo:

1)  Ritirare l’Ordinanza 15 delluglio 2007 che autorizza l’ulteriore conferimento dei rifiuti nelladiscarica di Malagrotta per tutto il 2008.

2)  Ritirare l’Ordinanza 14 delmarzo 2005 che, di fatto, allarga la discarica alle scorie tossiche inquinantiprodotte dal gassificatore e alla FOS.

3)  Ritirare l’ordinanza 16 delmarzo 2005 che ha autorizzato la costruzione del gassificatore nell’areadi Malagrotta, senza tener conto della richiesta dello studio di sicurezzadell'area richiesto dal Dip X del Comune di Roma né dei vincoli imposti dallanormativa Seveso II nella concessione di autorizzazioni per quel tipo diimpianti e in quel territorio fortemente compromesso dal punto di vistaambientale.

4)  Richiedere le imprescindibiligaranzie rispetto al costruendo gassificatore come impianto sperimentale che hagià prodotto clamorosi fallimenti e successive chiusure nei luoghi, Verbania eKarlsruhe,  in cui è stato avviato in merito all’effettiva tecnologia dicostruzione e al trattamento dei molti residui inquinanti dei processi dilavorazione, dei quali non si conosce la destinazione  se non quelladell’area di Testa di Cane in prossimità del quartiere Massimina.

5)  L’avvio immediato del progettopilota di raccolta porta a porta a Massimina e S.Cecilia e lo studio difattibilità per Ponte Galeria e i quartieri limitrofi.

6)  Monitoraggio ambientale complessivoe costante dell’intera Valle Galeria

7)  Scongiurare l’incenerimentodei rifiuti di Napoli nel costruendo gassificatore di Malagrotta innanzituttoperché la Regione Lazio è commissariatasulla questione dei rifiuti come la Regione Campania e per gli stessi motivi diincompetenza e inerzia che hanno caratterizzato il governo Bassolino.

 

Roma 15/01/2008

 

Per info

www.fabriziosantori.com

3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl