ROMA-MONTEVERDE:IN VENDITA POSTI AUTO COSTRUITI ABUSIVAMENTE

ROMA-MONTEVERDE:IN VENDITA POSTI AUTO COSTRUITI ABUSIVAMENTE ROMA-MONTEVERDE: IN VENDITA POSTI AUTO COSTRUITI ABUSIVAMENTE AUMENTA(AN):PARCHEGGI COSTRUITI CONTRO LA VOLONTA' DEL MUNICIPIO, DELL' U.O.T. ED IN DIFFORMITA CON L'ART. 157 DEL CODICE DELLA STRADA.

31/gen/2008 03.49.00 Aumenta (an) Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ROMA-MONTEVERDE: IN VENDITA POSTI AUTO COSTRUITI ABUSIVAMENTE
AUMENTA(AN):PARCHEGGI COSTRUITI CONTRO LA VOLONTA’ DEL MUNICIPIO, DELL’ U.O.T. ED IN DIFFORMITA CON L’ART. 157 DEL CODICE DELLA STRADA.
 
“Continuano gli abusi in via Busi - cosi Antonio AUMENTA Vice Capogruppo di AN al XVI Municipio di Roma - commenta il volantino che oggi alcuni residenti della Via gli hanno consegnato”.
“tale volantino ha per oggetto la vendita di posti auto in Via Aristide Busi, niente di strano se non fosse che, su quella Via, il costruttore non abbia alcuna voce in capitolo per costruire visto che  la DIA presentata dall’attuale proprietario per la realizzazione dei posti auto ha ottenuto parere sfavorevole dalla Commissione di Conferenza di Servizi presso il Municipio Roma XVI - U.O.T.  perché essa ha destinazione di uso pubblico (come da P.R.G. e N.P.R.G.)  e che , con risoluzione n° 27 del 18/12/07 all’unanimità il Consiglio del Municipio si è espresso favorevolmente  per far si che Via Aristide Busi venga  acquisita a patrimonio Pubblico”.
“La decisione del  Consiglio del Municipio è stato solamente l’ultimo atto di una storia che su questa Via nel cuore del quartiere Monteverde ha radici  lontanissime fin dal 1965, ovvero quando in base al PRG con DPR 16/12/65 la via veniva inscritta nella Carta storica, Archeologica ,Monumentale e Paesistica del suburbio e dell’agro Romano.”
“ Al momento della vendita del terreno - prosegue AUMENTA - il costruttore delle palazzine residenziali firmò un atto di vendita che prevedeva la disposizione della strada a servizio delle suddette palazzine, collegandolo alle relative licenze per costruire”.
“ Altro atto avvenne nel Marzo del 1991, quando con Ordinanza del Sindaco di Roma, veniva imposto ai condomini frontisti di provvedere all’esecuzione dei lavori occorrenti per la sistemazione, illuminazione e allo sbarramento mediante muri o cancellate di Via A. Busi, lavori prontamente eseguiti a spese dei suddetti frontisti che mantennero a loro spese la gestione anche consentendo il transito pedonale pubblico”.
“Su Via Aristide Busi - chiude AUMENTA- si stanno espletando una serie di illeciti che purtroppo non vengono affrontati da chi dovrebbe tutelare la legalità. Indipendentemente dal fatto che se anche questi parcheggi fossero costruiti attenendosi a tutte le leggi in materia non sarebbero comunque indispensabili dato che in vicino P.U.P. di Via Zambarelli sono già disponibili parcheggi destinati alla vendita a privati, come previsto dalla convenzione stipulata con il Comune di Roma dal costruttore. Senza poi parlare del fatto che, detti posti auto sono stati costruiti in modo del tutto difforme dall’art. 157 del Codice della strada che prevede che il parcheggio  avvenga parallelo al senso di marcia e quindi non a spina di pesce com’è per Via Busi”.
PER INFO ANTONIO AUMENTA
3355321614
WWW.ANTONIOAUMENTA.IT

Never miss a thing. Make Yahoo your homepage.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl