VOTARE PRG SARA' CAPORETTO PER LA CDL

VOTARE PRG SARA' CAPORETTO PER LA CDL ROMA, SU PRGOPPOSIZIONE FACCIA BARRICATE AN MUNICIPIO XV E XVI: "VOTARE IL PRG SIGNIFICHERA' regalareIL sindaco alla sinistra" "Se proprio sul Prgl'intenzione politica dei gruppi politici d'opposizione al Campidoglioè quella che apprendiamo dalla stampa temiamo l'ennesima caporetto per laCdl alla conquista della carica di Sindaco di Roma" lo dichiarano con unanota Fabrizio Santori,responsabile di An Roma per le politiche municipali, Marco Palma, capogruppo di AN del Municipio XV e i vice capigruppo Augusto Santori(Municipio XV) e Antonio Aumenta(Municipio XVI) in merito ad "un probabile accordo tra la maggioranza el'opposizione capitoline per mettere a punto una calendarizzazione per i lavoridel consiglio comunale in vista della votazione dell'atto più importantedell'era veltroniana, il Nuovo piano regolatore, che sembra arrivi in aulaGiulio Cesare l'11 e il 12 febbraio prima delle dimissioni di Veltroni".

06/feb/2008 08.20.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA, SU PRGOPPOSIZIONE FACCIA BARRICATE

 

AN MUNICIPIO XV E XVI: “VOTARE IL PRG SIGNIFICHERA’ regalareIL sindaco alla sinistra”

 

“Se proprio sul Prgl’intenzione politica dei gruppi politici d’opposizione al Campidoglioè quella che apprendiamo dalla stampa temiamo l’ennesima caporetto per laCdl alla conquista della carica di Sindaco di Roma” lo dichiarano con unanota Fabrizio Santori,responsabile di An Roma per le politiche municipali, Marco Palma, capogruppo di AN del Municipio XV e i vice capigruppo Augusto Santori(Municipio XV) e Antonio Aumenta(Municipio XVI) in merito ad “un probabile accordo tra la maggioranza el'opposizione capitoline per mettere a punto una calendarizzazione per i lavoridel consiglio comunale in vista della votazione dell'atto più importantedell'era veltroniana, il Nuovo piano regolatore, che sembra arrivi in aulaGiulio Cesare l'11 e il 12 febbraio prima delle dimissioni di Veltroni”.

 

“Come può l’opposizionerendersi complice di una corsa contro il tempo per varare in via definitiva lostrumento urbanistico che la città di Roma attende da oltre mezzo secolo ? Nonsi può fare la stampella di una giunta che per gravi responsabilità politicheha lasciato al palo un atto così importante inseguendo altre priorità politichee partitiche – prosegue la nota degli esponenti di An del territorio– approvare il piano regolatore della città significherà escludere dalconfronto finale le forze associative, le categorie e i cittadini e forzare unpercorso ritenuto fondamentale per lo sviluppo della Capitale”.

 

“Il nuovo piano regolatoredella città rischia di diventare merce di scambio in vista della prossimacampagna elettorale – conclude la nota – auspichiamo un cambio dirotta dei nostri rappresentanti al Campidoglio per non regalare il Sindaco alcentrosinistra e soprattutto per dare finalmente un giusto peso al territoriorappresentato nei consigli dei municipi che, come al solito, verrebbero esclusidal processo decisionale”.

 

Roma 6 febbraio 2008

 

PER INFO WWW.FABRIZIOSANTORI.COM

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl