SISTEMAZIONI DI LUSSO AL RESIDENCE CASAL LUMBROSO

28/feb/2008 16.49.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ROMA, CASA: SISTEMAZIONI DI LUSSO AL RESIDENCE VICOLOCASAL LUMBROSO

 

SANTORI(AN): “IN UN ANNO 2 MILIONI 208 MILAEURO PER SOLE 46 FAMIGLIE”

 

“La spesa sostenutadall’amministrazione comunale per sole 46 famiglie assistite presso il residencedi vicolo Casal Lumbroso 75 presuppone un’assistenza di lusso pari a 135 € anotte, con uno sperpero di denaro pubblico che poteva essere impiegato perl’acquisto di nuovi appartamenti da adibire all’emergenza abitativa checolpisce da decenni la città di Roma” -  lo dichiara Fabrizio Santori, responsabile per le politiche municipalidi An Roma che denuncia “il 22 febbraio 2007 l’amministrazione capitolina hafirmato un contratto milionario con la proprietà del Residence con una spesacomplessiva annua di 2 milioni 208 mila € a fondo perduto.

 

E’ scandaloso – continua la nota –che la giunta Veltronipossa aver stipulato un contratto di locazione del fabbricato in questione peruna somma esorbitante, senza predisporre una regolare gara d’appalto, maaccettando una semplice offerta effettuata dalla società immobiliare. Idocumenti scottanti in nostro possesso dimostrano come continui la miope edisastrosa politica dei residence da parte del Comune di Roma che abbandona instrutture ghetto e a costi esorbitanti i cittadini romani in attesa di unalloggio popolare.

 

I 46 nuclei familiari di CasalLumbroso, numerosi disabili, tra cui molti in carrozzella, erano statitrasferiti all’inizio di marzo con la promessa di un’assegnazione di unalloggio popolare che stenta ad arrivare. Nel frattempo la loro vita va avantiin camere di 25 metri quadrati,in un luogo isolato dalla comune vita cittadina e senza nessun segnale dalleIstituzioni – conclude la nota.  E’ evidente che la politica dei residence sottrae fondialla reale soluzione dell’emergenza abitativa a Roma e risulta  solo un mezzoper arricchire, con i fondi pubblici, gli speculatori di turno a discapito deisenza casa, ghettizzati, e dei contribuenti. I centinaia di milioni di euro,erogati negli anni dal Campidoglio, per assistere provvisoriamente glisfrattati potevano essere utilizzati per realizzare seri e concreti programmidi edilizia popolare risolvendo definitivamente anche la questione dellecentinaia di migliaia di cittadini in lista d’attesa da decenni nellegraduatorie comunali”.

 

Roma, 28/02/2008

 

Per i documenticontattare 06-6534609

 

Per info: www.fabriziosantori.com– Cell: 339/7360574

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl