RESIDENTI DI CASAL LUMBROSO RICEVUTI IN CAMPIDOGLIO

RESIDENTI DI CASAL LUMBROSO RICEVUTI IN CAMPIDOGLIO COMUNICATOSTAMPA ROMA, EMERGENZA CASA Santori - Aumenta (Pdl):"5.000 famiglie assistite nei residence per una spesa di 280 milioni dieuro all'anno".

05/mar/2008 15.30.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATOSTAMPA

ROMA, EMERGENZA CASA

Santori – Aumenta  (Pdl):“5.000 famiglie assistite nei residence per una spesa di 280 milioni dieuro all’anno.”

 

“E’ necessario garantire ildiritto alla casa ai meno abbienti.”

 

LAFOTO DELLA MANIFESTAZIONE

 

“No agli sperperi, si allecase popolari”. Questo lo slogan che ha animato la manifestazione deiresidenti di Casal Lumbroso - Massimina e dei cittadini in assistenza abitativadi Vicolo Casal Lumbroso, 75 che questa mattina hanno protestato sotto ilCampidoglio contro la fallimentare politica dei residence adottata dal Comunedi Roma, che abbandona in strutture ghetto ed a costi esorbitanti i cittadiniromani in attesa di un alloggio popolare che, nonostante le promesse, tarda adarrivare.

I 46 nuclei familiari in assistenzaabitativa di Vicolo Casal Lumbroso 75 scesi  in piazza al fianco delconsigliere Fabrizio Santori -responsabile delle politiche dei municipi di An Roma e candidato del Pdl alconsiglio comunale di Roma ed Antonio Aumenta, consigliere del municipio XVI di An– hanno ottenuto un incontro, insieme ad una delegazione dei residenti,con una responsabile del gabinetto del Sindaco e i dirigenti dell’ufficioextradipartimentale delle politiche abitative del Comune di Roma ai quali hannochiesto garanzie e trasparenza in merito all’assegnazione di un alloggiopopolare ed ai fondi sperperati in questi anni nella gestione dei residence.

“5000 le famiglie assistiteper una spesa complessiva di 280 milioni di euro all’anno da partedell’amministrazione comunale per mantenere in piedi i residence privatio i centri di assistenza abitativa temporanea, tutti fondi pubblici sottratti allareale soluzione dell’emergenza abitativa a Roma, –  dichiarano inuna nota Fabrizio Santori ed Antonio Aumentache sottolineano - politiche simili sonosolo un mezzo per arricchire, con i fondi pubblici, gli speculatori di turno adiscapito dei senza casa ghettizzati e dei contribuenti”.

 

“L’incontro avvenutonella sala capitolina del carroccio, durato un’ora circa, non ha prodottoalcun risultato concreto sulla questione legata alla temporaneitàdell’assistenza delle famiglie alle quali era stata garantita unapermanenza di 1 anno, già disattesa il 26 febbraio scorso – denuncia la nota. Abbiamocomunque ricevuto risposte positive in merito all’accoglienza dellefamiglie nel periodo che ci separerà da un nuovo incontro fissato non appenagli uffici avranno monitorato la situazione, auspicando che quel giorno sipossano ricevere segnali adeguati alle richieste di assegnazione di un alloggiopopolare”.

 

Non appena sarò eletto al ConsiglioComunale di Roma – conclude Santori -mi impegnerò a bloccare l’assegnazione di  fondi da destinare almantenimento dei residence, puntando all’investimento di denaro perl’acquisto di nuovi alloggi popolari da destinare a chi vive in emergenzaabitativa ed alle giovani coppie che cercano una sistemazione indipendenterispetto alla famiglia d’origine. Questo è l’unico modo pergarantire il diritto alla casa e la definitiva risoluzione del problema alloggia Roma”

 

                                                                                                                              

Roma, 05/03/08

Per info: www.fabriziosantori.com – Cell: 339/7360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl