DECEDUTO UOMO A VILLA PAMPHILI COLPITO DA MALORE

DECEDUTO UOMO A VILLA PAMPHILI COLPITO DA MALORE COMUNICATO STAMPA ROMA: DECEDUTO UOMO A VILLA PAMPHILI COLPITO DA MALORE Santori (Pdl):" Predisporre sistemi di pronto intervento all'interno dei parchipubblici e dei centri sportivi" "Risale a due giorni fa il decesso di un uomo di 58 anni di età colpitoda un malore e deceduto a Villa Pamphili presso il campo del polo, mentrestava disputando una partita di calcio.

11/mar/2008 12.00.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

ROMA: DECEDUTO UOMO A VILLA PAMPHILI COLPITO DA MALORE

 

Santori (Pdl):“ Predisporre sistemi di pronto intervento all’interno dei parchipubblici e dei centri sportivi”

 


“Risale a due giorni fa il decesso di un uomo di 58 anni di età colpitoda un malore e deceduto a Villa  Pamphili presso il campo del polo, mentrestava disputando una partita di calcio. Nonostante l'immediata chiamata al 118,l’ attesa del soccorso di circa  20 minuti di tempo è stata fatale– dichiara in una nota Fabrizio Santori,responsabile delle politiche dei municipi  di An Roma che proponel’installazione di punti S.O.S  e strumenti di defibrillazione per ilsoccorso immediato all’interno dei parchi pubblici e dei centri sportivicapitolini.

“Non è possibile morire inquesta città per la mancanza di sicurezza, come successo già troppe volte finoad oggi, ad esempio, all’interno della metropolitana, come accaduto aVanessa  Russo, in una piazza o strada  pubblica, come nel caso di GiampieroStramucci e Giovanna Reggiani o su una pista ciclabile, come accaduto a LuigiMoriccioli. Tutte situazioni di rischio che potevano essere evitate, adottandopolitiche preventive volte a garantire la sicurezza alla cittadinanza.

I cittadini italiani hanno dirittoad un soccorso rapido ed efficace, praticato da professionisti e personaleopportunamente attrezzato e formato per evitare che i tempi di attesa possanocompromettere la vita stessa. L’installazione di punti S.O.S  perlanciare richieste di pronto intervento e l’allocazione di defibrillatoriin strutture atte all’attività motoria risponderebbero in maniera idonea edimmediata alle emergenze di salute della popolazione ed al quanto mainecessario  bisogno di civiltà sanitaria.

La velocizzazione del soccorso èfondamentale per salvare l’esistenza di una persona colpita da problemicardiaci e per evitare disastrosi epiloghi  e morti che potrebberotranquillamente  essere evitate.

La sanità è, ad oggi,  allo sbandototale. Mi chiedo, oltretutto, che fine abbiano fatto le moto di pronto soccorso regalate all’ex sindacodi Roma Water Veltroni dall'attore George Clooney in occasione della festa delCinema e tutti i defibrillatori donati ai vari presidi medici romani per leunità mobili – conclude Santori.

E’ venuto il momento dimettere la parola fine all’insicurezza che si respira nella nostra cittàadottando politiche che mirino alla prevenzione del rischio e non solo allosperpero di denaro per la realizzazione di  eventi mondani, attività molto carasia a Rutelli che a Veltroni. “

 

Roma, 11/03/08

Per info:
www.fabriziosantori.com  – Cell:339/736057

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl