CAMPI ROM UTILIZZATI COME COMITATI ELETTORALI

CAMPI ROM UTILIZZATI COME COMITATI ELETTORALI COMUNICATO STAMPA ROMA, SICUREZZA: CAMPIROM, ATTREZZATI DAL COMUNE, UTILIZZATI COME COMITATI ELETTORALI Santori(PdL):"Dietro un'apparente solidarietà si nasconde un'enormespeculazione economica ora accompagnata da propaganda politica" ECCOLE FOTO ESCLUSIVE SCATTATE ALL'INTERNO DEL CAMPO "E'vergognoso che i campi rom vengano utilizzati come comitati elettorali dovesono presenti manifesti a sostegno della sinistra arcobaleno e sventola labandiera di rifondazione comunista in un luogo pubblico attrezzato dal comunedi Roma e finanziato da tutti i cittadini romani - dichiara in una nota Fabrizio Santori, candidato del Pdl alComune di Roma e autore del dossier "Quanto costano i nomadi airomani", che rende pubbliche le fotoesclusive scattate all'interno del campo nomadi di Castel Romanodenunciando la situazione anomala ed illegale venutasi a creareall'interno del campo attrezzato con numerosi containers nel XIIMunicipio dove sono presenti le famiglie rom dell'ex campo di VicoloSavini.

11/apr/2008 14.55.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA, SICUREZZA:

 

CAMPIROM, ATTREZZATI DAL COMUNE, UTILIZZATI COME COMITATI ELETTORALI

 

Santori(PdL):“Dietro un’apparente solidarietà si nasconde un’enormespeculazione economica ora accompagnata da propaganda politica”

 

ECCOLE FOTO ESCLUSIVE SCATTATE ALL’INTERNO DEL CAMPO

 

“E’vergognoso che i campi rom vengano utilizzati come comitati elettorali dovesono presenti manifesti a sostegno della sinistra arcobaleno e sventola labandiera di rifondazione comunista in un luogo pubblico attrezzato dal comunedi Roma e finanziato da tutti i cittadini romani – dichiara in una nota Fabrizio Santori,  candidato del Pdl alComune di Roma e autore del dossier “Quanto costano i nomadi airomani”, che rende pubbliche le fotoesclusive scattate all’interno del campo nomadi di Castel Romanodenunciando la situazione anomala ed illegale venutasi a creareall’interno del campo attrezzato con numerosi containers nel XIIMunicipio dove sono presenti le famiglie rom dell’ex campo di VicoloSavini.

Non riusciamo acomprendere come sia possibile che tutti i romani paghino la campagnaelettorale della sinistra arcobaleno invece del servizio di accoglienza e solidarietàprevisto a Castel Romano nei riguardi dei 1300 nomadi presenti nell’area,a fronte degli 800 autorizzati dal Comune – continua Santori - che si domanda come mai l’ufficio delComune di Roma, presente nella struttura, non intervenga a  ripristinare lalegalità.

Ad aggravare lasituazione inoltre è la modalità con cui è stato assegnato il campo rom diCastel Romano alle associazioni che dovrebbero gestire la struttura –denuncia la nota. Con la determinazione dirigenziale 621 del 2006 il dipartimentoV del Comune di Roma ha approvato la graduatoria per la gestione dei cosiddettiVillaggi della Solidarietà la cui spesa annua per il mantenimento costa aicittadini romani circa 816 mila euro. Non è ammissibile che le associazionivincitrici dei bandi comunali per la gestione dei villaggi della solidarietàinvece di garantire presidi sociali, strutture, sostegno sanitario e scolasticoed il controllo delle presenze 24 ore su 24, così come previsto dalla stipuladella convenzione, permettano non solo l’incremento illegale del numerodei rom, ma vere e proprie campagne partitiche in luoghi da considerarsi alpari livello dei pubblici uffici tenuti in piedi dalla collettività.

Ricordo che il candidatosindaco del Pd, Francesco Rutelli, sostenuto dalla sinistra arcobaleno, fu ilprimo, dal 1993 al 2001, apermettere l’ingresso dei rom all’interno del Grande Raccordoanulare autorizzando e finanziando i campi attrezzati e creandone 26 in tutta la città – conclude Santori -  ed oggi, a distanza di anni, ha già dichiaratoche sarà il sindaco dei nomadi e su questo non avevamo dubbi dopo i fattidenunciati,  considerato che continua a farsi la campagna elettoraleall’interno dei campi rom utilizzando fondi pubblici”.

I cittadini romani nonpossono continuare a subire prevaricazioni da parte delle giunte di centrosinistra che favoriscono gli irregolari a danno della sicurezza e del quietovivere. E’ il momento di tagliare i fondi inutili e impegnare le risorseper i servizi essenziali della città per far si che il nuovo Sindaco, più cheil sindaco dei Rom, si impegni ad essere il sindaco dei romani”.

 

Roma,11/04/08

 

Info: www.fabriziosantori.com Cell: 3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl