RILIEVI DATTILOSCOPICI MAI UTILIZZATI DALLA POLIZIA MUNICIPALE

RILIEVI DATTILOSCOPICI MAI UTILIZZATI DALLA POLIZIA MUNICIPALE Comunicatostampa ROMA, SICUREZZA: ATTIVARE RILIEVI FOTO-DATTILOSCOPICI PERPOLIZIA MUNICIPALE Santori(PdL): "Garantire velocità ed efficienza a operazioni di repressionedella polizia municipale" "IlComune di Roma ha investito tempo e denaro per i rilievi foto dattiloscopici:materiali, macchinari e addestramento del personale mai resi operativi" "Per garantireefficienza, velocità ed efficacia all'attività di polizia giudiziariadella polizia municipale di Roma è necessario rendere operativo in tempi breviil gabinetto per i rilievi dattiloscopici, fotografici e antropometrici,attrezzato e mai utilizzato, presente nei locali del Comando generale delCorpo" lo dichiara con una nota Fabrizio Santori (PdL)consigliere comunale di Roma, a seguito del sopralluogo effettuato questamattina presso il Comando Generale del Corpo della Polizia Municipale di Romache aggiunge "ne parlerò con il sindaco Alemanno e non avendo dubbi sullasensibilità del primo cittadino in merito ai problemi sulla sicurezza sonocerto che intercederà presso il ministro dell'Interno Maroni per larisoluzione del problema".

14/mag/2008 16.10.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicatostampa

 

ROMA, SICUREZZA: ATTIVARE RILIEVI FOTO-DATTILOSCOPICI PERPOLIZIA MUNICIPALE

 

Santori(PdL) : “Garantire velocità ed efficienza a operazioni di repressionedella polizia municipale”

 

“IlComune di Roma ha investito tempo e denaro per i rilievi foto dattiloscopici:materiali, macchinari e addestramento del personale mai resi operativi”

 

“Per garantireefficienza, velocità ed efficacia all’attività di polizia giudiziariadella polizia municipale di Roma è necessario rendere operativo in tempi breviil gabinetto per i rilievi dattiloscopici, fotografici e antropometrici,attrezzato e mai utilizzato, presente nei locali del Comando generale delCorpo” lo dichiara con una nota Fabrizio Santori (PdL)consigliere comunale di Roma, a seguito del sopralluogo effettuato questamattina presso il Comando Generale del Corpo della Polizia Municipale di Romache aggiunge “ne parlerò con il sindaco Alemanno e non avendo dubbi sullasensibilità del primo cittadino in merito ai problemi sulla sicurezza sonocerto che intercederà presso il ministro dell’Interno Maroni per larisoluzione del problema”.

 

“Tale servizio sirende necessario per l’'identificazione della personanell’espletamento dei doveri della polizia amministrativa in merito alleoperazioni di indagine nella repressione dell' abusivismo ambulante,dell’accertamento delle generalità dell’indagato odell’occupante abusivo, per la lotta alla prostituzione e all’immigrazioneclandestina, per il contrasto al nomadismo e ai reati commessi dai rom –prosegue la nota – è evidente che tali elementi consentono di comprenderel’importanza di tale servizio per il ripristino della sicurezza nellegrandi città metropolitane ma non riusciamo a comprendere il motivo per ilquale all’interno del corpo della Polizia Municipale è stato acquistato,durante il periodo del Giubileo, il materiale e i macchinari, addestrato ilpersonale autorizzato per realizzare il gabinetto scientifico ma tutto questonon è stato mai utilizzato”.

 

“Attualmente leoperazioni della polizia municipale sono lente e farraginose per questo motivospesso i vigili urbani sono demotivati e sfiduciati nel dover compiere atti eazioni di repressione sul territorio, si basti pensare che gli agenti, peridentificare soggetti che hanno palesemente commesso reati, sono costretti adattendere anche 10 ore di fronte all’unico gabinetto scientifico presentea Roma presso la Questura Ufficio Immigrazione al fine diverificare la sua posizione sul territorio dello Stato senza dimenticare cheprima di procedere all’accompagnamento coattivo per accertamentisull’identità  si dovranno compilare, presso gli uffici del comandodi Gruppo del Municipio, appositi verbali di richiesta di accertamenti innumero di tre copie, se la richiesta è effettuata nelle ore diurne serali, inquattro copie, se la richiesta è fatta nelle ore notturne con un dispendio dirisorse che potrebbe essere evitato”. – conclude la nota.

 

 

Roma 14 maggio 2008

 

www.fabriziosantori.com  Tel.3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl