SANITA' O REATO IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ?

COMUNICATOSTAMPA ROMA,SANITA': REATO IMMIGRAZIONE CLANDESTINA COZZA CON DISPOSIZIONI SANITARIE Santori(PdL): "Preoccupante aumento dei casi di tubercolosi del 300%" "L'introduzionedel reato di immigrazione clandestina cozza profondamente con le prestazionisanitarie gratuite a favore dei cittadini illegalmente presenti che vengonorilasciate quotidianamente su tutto il territorio nazionale.

24/giu/2008 10.10.00 Consigliere del Municipio Roma XVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATOSTAMPA

 

ROMA,SANITA’: REATO IMMIGRAZIONE CLANDESTINA COZZA CON DISPOSIZIONI SANITARIE

 

Santori(PdL) : “Preoccupante aumento dei casi di tubercolosi del 300%”

 

“L’introduzionedel reato di immigrazione clandestina cozza profondamente con le prestazionisanitarie gratuite a favore dei cittadini illegalmente presenti che vengonorilasciate quotidianamente su tutto il territorio nazionale. E’ evidenteche sarà necessaria una riforma delle disposizioni in materia sanitaria”lo dichiara Fabrizio SANTORI (PdL), consigliere comunale di Roma, che aggiunge“non sono da sottovalutare le parole del direttore dell’Inmp che daun alto confermano il preoccupante aumento di malattie, come la tubercolosi, datempo debellate in Italia, e dall’altro l’enorme spesa sanitariariservata agli stranieri illegalmente presenti sul territorio” in meritoalle dichiarazioni del responsabile dell'Istituto Nazionale per la promozionedella salute delle popolazioni migranti, Aldo Morrone, nel corso della quintaedizione del Sanit, il Forum Internazionale della Salute, il quale hadichiarato che i casi di Aids di cittadini extracomunitari nel Comune di Romasono aumentati dal 9% al 19% e un aumento dei casi di tubercolosi di circa il300%.

 

“E’ evidenteche esiste un problema sanitario che potrebbe esplodere da un momento all’altro ma è altrettanto lampante che in Italia le disposizioni inmateria sanitaria assistenziale per le popolazioni straniere sono da riformareper evitare sperperi e ingiustizie, - prosegue la nota – quotidianamente,nei confronti degli immigrati irregolari, vengono effettuate prestazionigratuite, assegnando uno specifico codice regionale detto STP, StranieroTemporaneamente Presente, non identificabile con un solo soggetto mariutilizzabile da diverse persone, lo stato di indigenza del soggetto inoltreviene attestato, al momento dell’assegnazione del codice, mediante lasottoscrizione di una dichiarazione autocertificata da parte del pazienteimmigrato non in regola, inoltre tale codice assegnato, deve essere utilizzatosia per la rendicontazione del Ssn, sia per la prescrizione, su ricettarioregionale, di farmaci erogabili da parte delle farmacie convenzionate”.

 

“E’ paleseche con l’introduzione del reato di immigrazione clandestina non èpossibile mantenere le disposizioni del Decreto del Presidente della Repubblica31 agosto 1999, n. 394 inmerito all’accesso alle strutture sanitarie da parte dello straniero nonin regola con le norme sul soggiorno che non può comportare alcun tipo disegnalazione all’autorità, - conclude la nota – i cittadiniitaliani e stranieri regolari sono stanchi di essere soggetti a discriminazionicontinue nei trattamenti e nelle condizioni, le strutture sanitarie pubblichesono abbandonate, l’accesso alle cure è limitato, per ottenere unsemplice controllo e per un esame urgente ci vogliono mesi e comunque senza ilticket nessun servizio è accessibile. Forse così facendo si vuole incentivarela sanità privata ?”.

 

Roma, 24/06/08

 

Per info:

REATOIMMIGRAZIONE CLANDESTINA COZZA CON DISPOSIZIONI SANITARIE

ON. FABRIZIO SANTORI

CONSIGLIERE COMUNALE DI ROMA

www.fabriziosantori.com– cell: 3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl