SANTORI (PDL): "MAI PIU' RESIDENZE ANAGRAFICHE IN LUOGHI OCCUPATI ABUSIVAMENTE"

SANTORI (PDL): "MAI PIU' RESIDENZE ANAGRAFICHE IN LUOGHI OCCUPATI ABUSIVAMENTE" COMUNICATO STAMPA ROMA, SICUREZZA ISCRIZIONI ANAGRAFICHE: SOLO IN LUOGHI IGIENICAMENTE SALUBRI SANTORI (PDL): "Mai più residenze anagrafiche in luoghi occupati abusivamente" "Auspichiamo una rapida conclusione del percorso di approvazione del disegno di legge contenente le disposizioni in materia di sicurezza pubblica, approvato al Senato, in particolare in merito alla subordinazione dell'iscrizione nei registri dell'anagrafe ed alla verifica delle condizioni igienico-sanitarie dell'immobile nel quale il richiedente intende fissare la propria residenza" lo ha dichiarato in una nota il Consigliere capitolino Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza urbana del Comune di Roma.

Allegati

01/apr/2009 16.22.09 Consigliere Comune di Roma - Presidente della Comm Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

ROMA, SICUREZZA

 

ISCRIZIONI ANAGRAFICHE:  SOLO IN LUOGHI IGIENICAMENTE SALUBRI

 

SANTORI (PDL): “Mai più residenze anagrafiche in luoghi occupati abusivamente”

 

“Auspichiamo una rapida conclusione del percorso di approvazione del disegno di legge contenente le disposizioni in materia di sicurezza pubblica, approvato al Senato, in particolare in merito alla subordinazione dell’iscrizione nei registri dell’anagrafe ed alla verifica delle condizioni igienico-sanitarie dell’immobile nel quale il richiedente intende fissare la propria residenza” lo ha dichiarato in una nota il Consigliere capitolino Fabrizio Santori, Presidente della Commissione Sicurezza urbana del Comune di Roma.

 

“L’art. 42 comma 1, previsto dal progetto di legge attualmente in discussione alla Camera, vieterà la possibilità a soggetti che vivono all’interno di grotte, anfratti, stabili fatiscenti occupati, ex spogliatoi di strutture sportive abbandonate di ottenere la residenza e quindi un documento valido d’identità da parte dei competenti uffici comunali, anche a seguito della verifica della Polizia Municipale” - continua la nota. 

 

“Attualmente la normativa in vigore fa riferimento all’art.2 della legge n.1228 del 1954 la quale dispone che ai fini dell’obbligo dell’iscrizione anagrafica la persona che non ha fissa dimora si considera residente nel comune dove ha il domicilio e, in mancanza di questo, nel comune di nascita. Il regolamento anagrafico, inoltre, stabilisce che l’anagrafe è costituita dalle persone che hanno fissato nel comune la propria residenza e da quelle che, senza fissa dimora, vi hanno stabilito il domicilio in base al principio che tutti coloro che dimorano su un certo territorio devono essere iscritti all’anagrafe” – incalza Santori.

 

“Ringraziamo dunque il Ministro dell’Interno, Roberto Maroni, che a seguito dell’interrogazione parlamentare dell’On. Fabio Rampelli ha presentato un emendamento del Governo allo stesso disegno di legge garantendo la soluzione a tale problematica reale e molto grave che negli ultimi tempi ha assunto dimensioni consistenti, soprattutto nei grandi centri urbani dove maggiore è il numero delle persone in condizioni di invisibilità” – conclude Santori.

 

Roma, 01/04/2009

 

 

cid:image001.gif@01C8E151.5394F250

Commissione consiliare speciale Politiche per la Sicurezza Urbana

Comune di Roma

Largo Lamberto Loria, 3  00147  Roma

Tel 06.671072477  - Fax 06671072469

Iniziative ed indirizzi per il miglioramento della sicurezza degli appartenenti alla comunità cittadina

Monitoraggio della percezione della sicurezza cittadina

Interventi per favorire la collaborazione tra le forze dell'ordine che operano sul territorio cittadino

e gli uffici e le istituzioni comunali.

Presidente: On. Fabrizio Santori Cell. 3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl