VISITA GHEDDAFI, SANTORI (PDL): "ACCOGLIENZA A LEADERS STRANIERI NON VANIFICHI PROTOCOLLO SU MANIFESTAZIONI"

Allegati

12/giu/2009 16.02.48 Consigliere Comune di Roma - Presidente della Comm Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

VISITA GHEDDAFI, SANTORI (PDL): “ACCOGLIENZA A LEADERS STRANIERI NON VANIFICHI PROTOCOLLO SU MANIFESTAZIONI”

 

Il Presidente della Commissione per la Sicurezza Urbana del Comune di Roma: “fondamentale rispettare il diritto dei cittadini a vivere liberamente all’interno della propria città”

 

Consideriamo assolutamente eccessiva l’accoglienza riservata al leader libico Muhammar Gheddafi, che ha portato solamente svantaggi ai romani costretti, per tre giorni, a sentirsi come ostaggi all’interno della propria città” dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione per la Sicurezza Urbana del Comune di Roma, che teme che un’eccessiva elasticità nella gestione delle visite istituzionali dei leaders internazionali rischi di vanificare il grande sforzo profuso, su impulso decisivo del Sindaco Gianni Alemanno e con il coordinamento del Prefetto Giuseppe Pecoraro, per la realizzazione del protocollo d’intesa per la disciplina dei cortei e delle manifestazioni a Roma, sottoscritto il 10 marzo scorso dal 90 % di sindacati e partiti, il quale prevede un preciso iter per l’organizzazione e lo svolgimento di tali eventi nell’Urbe, al fine di prevenire disagi alla libertà di circolazione e alla fruibilità dei mezzi pubblici e della vita cittadina.

 

“Inoltre - prosegue Santori -  sarebbe quanto mai opportuno limitare le visite istituzionali dei leaders internazionali esclusivamente ai mesi di Luglio e Agosto, periodi nei quali la città risulta essere meno congestionata per via delle ferie estive, oppure, laddove questo non sempre fosse possibile, per il lasso che va da settembre a giugno, programmarne al massimo due, al fine di limitare al minimo ogni disagio per la cittadinanza. In ogni caso, indipendentemente dal mese scelto per gl’incontri istituzionali, parrebbe quanto mai conveniente collocare le dimore temporanee dei Capi di Stato Esteri al di fuori del raccordo anulare. Ciò creerebbe meno disagi alla mobilità e maggiore possibilità di gestione del traffico da parte della polizia municipale e delle Forze dell’Ordine, impegnate a tutto campo per garantire un’adeguata viabilità e sicurezza”.

 

“Appaiono, infine, assolutamente fuori luogo buona parte degli atteggiamenti tenuti dal Colonnello Gheddafi nel corso della sua tre giorni romana – conclude il Consigliere del PDL -. Ferme restando le responsabilità dell’Italia del periodo coloniale sembra quanto mai inopportuno che un Capo di Stato estero, che fino a qualche tempo fa ha avuto più di un problema con la Comunità Internazionale, si permetta di umiliare il popolo italiano indossando simboli dell’anticolonialismo, criticando il nostro sistema politico e affermando di aver accolto l’invito alla riconciliazione solamente a seguito delle scuse giuntegli dal nostro Paese.”

 

Roma 12.06.2009

 

 

 

 

 

 

 

cid:image001.gif@01C8E151.5394F250

Commissione consiliare speciale Politiche per la Sicurezza Urbana

Comune di Roma

Largo Lamberto Loria, 3  00147  Roma

Tel 06.671072477  - Fax 06671072469

Iniziative ed indirizzi per il miglioramento della sicurezza degli appartenenti alla comunità cittadina

Monitoraggio della percezione della sicurezza cittadina

Interventi per favorire la collaborazione tra le forze dell'ordine che operano sul territorio cittadino

e gli uffici e le istituzioni comunali.

Presidente: On. Fabrizio Santori Cell. 3397360574

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl