Mesenzana: primo comune araldico d’Italia

Mesenzana: primo comune araldico d'Italia Il comune di Mesenzana (VA) istituisce il registro degli stemmi araldici delle famiglie di Mesenzana Per la prima volta in Italia un ente pubblico riconoscerà gli stemmi araldici familiari.

07/set/2010 23.39.01 CESA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il comune di Mesenzana (VA) istituisce il registro degli stemmi araldici delle famiglie di Mesenzana

Per la prima volta in Italia un ente pubblico riconoscerà gli stemmi araldici familiari.

Giovedì 9 settembre alle ore 21.00, presso la Sala Consiliare del comune di Mesenzana (provincia di Varese), verrà infatti presentato il “Pubblico Registro Araldico del Comune di Mesenzana”.

Gli stemmi araldici familiari in Italia sono in uso da circa 900 anni, ma in passato solo gli stemmi nobiliari hanno goduto di una tutela giuridica, e con l’avvento della repubblica anche a essi è stato negato tale diritto.

Ora per la prima volta un ente pubblico ne riconoscerà e disciplinerà l’uso.

L’iniziativa messa a punto dal comune di Mesenzana con il supporto tecnico del Centro Studi Araldici rappresenta dunque un evento epocale per questa disciplina e per i suoi cultori.

A presentare l’iniziativa il suo ideatore, il dr. Raffaele Coppola, rettore del Centro Studi Araldici.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl