Scanderebech presenta il suo patto con i cittadini per l'Europa.

16/gen/2014 11:42:29 Scanderebech Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Un progetto ambizioso ma concreto e realizzabile”.

Dichiara l’On. Deodato Scanderebech: “Dopo mesi di riunioni ed incontri a tutti i livelli e dopo aver raccolto le istanze e le preoccupazioni dei cittadini ho sviluppato un programma che mi impegno a portare avanti se sarò eletto al Parlamento Europeo.

In sintesi il mio programma può essere riassunto in quattro punti:

1-Priorità assoluta per l’UE, risolvere il problema della disoccupazione giovanile: la disoccupazione giovanile in Italia ha ormai raggiunto il 41%, ma dall’Europa si possono ricevere le risorse per aiutare i giovani a creare impresa e sviluppo. Il programma Garanzia Giovani consente di usufruire di 400,00 euro al mese per quattro mesi a tutti i giovani under 30 che hanno perso il lavoro o che avendo terminato il periodo di studio-formazione  vogliono intraprendere un ulteriore periodo di formazione, di studio o di apprendistato e tirocinio.  L’Italia, per il 2014, dispone di circa 1,1 miliardi di euro,approvati nelle ultime ore dalla Commissione europea 530,18 euro più altrettanti provenienti dal Fondo sociale europeo.

2-Il Microcredito per creare sviluppo e lavoro: L’Europa ha stanziato 920 milioni di euro per aiutare i giovani, i commercianti e gli artigiani esclusi dal sistema creditizio al fine di contrastare la povertà e l’usura. In Italia purtroppo tale iniziativa utile al rilancio dell’economia non è mai stata pienamente utilizzata.

3-Accordo fra europarlamentari per la macroregione Piemonte, Lombardia, Liguria e Valle d’Aosta: l’area geografica compresa tra Torino, Milano e Genova era considerata il triangolo industriale dell’Italia. Deve essere un impegno comune di tutti i Parlamentari eletti nella Circoscrizione Nord-Ovest quello di rilanciare la sinergia tra le Regioni al fine di far ritornare questo territorio la locomotiva dell’Italia. Sin da subito deve essere costituito un tavolo di lavoro permanete tra i Parlamentari Europei e le Giunte Regionali al fine di utilizzare pienamente e al meglio le opportunità di sviluppo offerte dall’Europa.

 

4-Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese: la globalizzazione negli ultimi anni ha favorito la grossa distribuzione e i prodotti commerciali. L’Italia, invece, eccelle nella produzione manifatturiera e nell’enogastronomia, basata su un tessuto di piccole-medie imprese. Un’attenzione particolare deve essere rivolta ai finanziamenti europei che tutelino la produzione degli artigiani, degli agricoltori e dei viticoltori che  s’ impegnano a produrre prodotti di qualità e che sono il miglior biglietto da visita dell’Italia nel mondo. L’Europa, lo Stato e le Regioni, tra il 2014 ed il 2020, stanzieranno circa 1,3 miliardi di euro per il sostegno alla competitività della piccola media impresa per Piemonte, Lombardia ,Liguria e Valle d’Aosta”.

 

“Sino a oggi l’Italia è stata uno dei Paesi  che ha utilizzato in misura minore i fondi comunitari, solo il 48% nel 2013, il mio impegno sarà quello di invertire la rotta mantenere il patto che ho assunto con i cittadini del Collegio elettorale, garantendo loro pieno appoggio al fine che possano usufruire pienamente dei fondi messi a disposizione dalla U.E. e mi metto a disposizione del partito che mi permetterà di realizzare il mio ambizioso progetto”, conclude Scanderebech.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl