Scanderebeh: dopo l'abbandono della Fiat sul mondo del lavoro sono calate le tenebre.

14/feb/2014 15.37.18 Scanderebech Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Scanderebech a testimonianza di tale abbandono fa presente che: “circa un anno fa il sottoscritto Scanderebech portò avanti una battaglia organizzando una marcia pacifica su Mirafiori per sensibilizzare l'opinione pubblica, la politica, i sindacati e tutti i cittadini e per far rispettare alla dirigenza Fiat gli impegni assunti a suo tempo e cioè:

il progetto Fabbrica Italia che prevedeva 20 miliardi di euro di investimenti in Italia

-la produzione di 1 milione e 400 mila auto

- la creazione di nuovi modelli con la salvaguardia dei livelli occupazionali in tutti gli stabilimenti italiani.

Oggi purtroppo dobbiamo constatare che sta accadendo il contrario e che la Fiat ha deciso di abbandonare l’Italia traslocando all'estero sia la sede legale che la sede fiscale. Non c’è niente di cui rallegrarsi! Anzi è triste constatare che in nome del profitto, vengono dimenticati dalla Fiat  un secolo di collaborazione con i cittadini,  la propria storia ed il legame con Torino il Piemonte e l’Italia”.

“E’ una perdita grave perché ci sono dei valori che non possono essere messi in vendita. Non dimentichiamo gli incentivi, le campagne di rottamazione, la cassa integrazione ordinaria ed in deroga concessa alla FIAT ed alla famiglia che l’ha creata e l’ha gestita, nel nome dei cittadini italiani che fieri di questa fabbrica hanno accettato tutto pur di farla sopravvivere. Visto che il Piemonte e i lavoratori sono stati abbandonati dalla Fiat che in passato ha dato occupazione e benessere, io intendo continuare la mia battaglia in Europa per portare sul nostro territorio i fondi che la Comunità Europea mette a nostra disposizione per incentivare settori alternativi alla monocultura industriale e cercare di cominciare ad uscire da questa drammatica crisi", conclude Scanderebech.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl