Cerimonia al cimitero militare di Casamassima, un pezzo di cuore della Polonia

Tra le autorità militari, il Generale di Brigata Emanuele Sblendorio, Comandante Regionale dell'Esercito in Puglia che ha dichiarato: "Questi giovani soldati sono degli eroi caduti per difendere l'Italia, la Polonia, l'Europa intera dalle barbarie del totalitarismo del '900.

29/ott/2010 22.40.42 Comune di Casamassima Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il tricolore italiano e la bandiera polacca. Garriscono insieme al vento, in cima al sacrario militare polacco "Korpusu" di Casamassima, nel luogo in cui riposano i soldati che hanno combattuto la tragica battaglia di Montecassino.

Nello stesso cimitero, il 2 novembre 2010, alle 11.30, si svolgerà la cerimonia di commemorazione per quelle giovani vite spezzate in virtù di un ideale: la libertà dei popoli europei dall’invasione nazista.

La suggestiva manifestazione è organizzata dal Comune di Casamassima. Il Sindaco, Domenico Vito De Tommaso, ha specificato: “Nel giorno in cui ricordiamo i nostri defunti, rendiamo onore a questi figli di una patria lontana, caduti in guerra sul nostro territorio per la pace e la democrazia dell’Italia e dell’Europa. Casamassima è fiera di ospitare i soldati polacchi che con il loro sacrificio, sono entrati di diritto nella nostra vita”.  

In rappresentanza dell’Ambasciata di Polonia in Italia, sarà presente il primo Consigliere Wojciech Unolt. Prevista la partecipazione di numerose autorità civili, militari e religiose (i cappellani don Paolo Piontek e don Andrea Wisniewski), di scuole,  associazioni del territorio e tanti cittadini.

Tra le autorità militari, il Generale di Brigata Emanuele Sblendorio, Comandante Regionale dell’Esercito in Puglia che ha dichiarato: “Questi giovani soldati sono degli eroi caduti per difendere l’Italia, la Polonia, l’Europa intera dalle barbarie del totalitarismo del ‘900. A Casamassima è sepolto un pezzo del cuore della Polonia e questo lembo di terra pugliese racconta una lunga storia attraverso il coraggio, la determinazione e il sacrificio dei giovani soldati qui seppelliti. Abbiamo tutti un grande debito di riconoscenza verso questi 431 soldati polacchi”.

Alle ore 17 del 2 novembre, presso il complesso Monacelle, si terrà il convegno e  sarà inaugurata la quarta edizione della mostra fotografica promossa dall'associazione culturale Baobab, con il patrocinio del Comune di Casamassima “La Puglia dei Polacchi dal 1944 al 1946”. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 7 novembre con il seguente orario: mattina ore 10-12 / pomeriggio ore 18-20. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl