Il Futuro con la Musica - dal 25 al 30 giugno a Martina Franca

Il Futuro con la Musica - dal 25 al 30 giugno a Martina Franca Parte giovedì 25 giugno, alle ore 19.00, un ciclo organizzato dalla Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca dal titolo "- Incontri con i nuovi protagonisti della scena musicale".

24/giu/2009 11.37.51 ViviMartina.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

logo Fondazione Paolo GrassiParte giovedì 25 giugno, alle ore 19.00, un ciclo organizzato dalla Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca dal titolo “– Incontri con i nuovi protagonisti della scena musicale”.

L’iniziativa vedrà infatti alternarsi oltre 20 giovani musicisti pugliesi che testimoniano come l’interesse per gli studi musicali e per la carriera concertistica vivano, a dispetto delle difficoltà, un momento di grande fervore. Cinque appuntamenti nei giorni del 25, 26, 27, 29 e 30 giugno 2009 sempre alle ore 19 nell’Auditorium della Fondazione in via Metastasio 20 a Martina Franca.

Le serate saranno così articolate:

giovedì 25 giugno, ore 19
PAISIELLO WIND

presentazione a cura di Giovanni Pompeo
i musicisti:Vincenza Bruno (flauto), Giuseppe Coro (oboe), Giovanni Marinotti (clarinetto), Paride Semeraro (corno), Riccardo Rinaldi (fagotto)
le musiche:Haydn: Divertimento; Cambini: Quintetto n.3 in Fa Maggiore; Bizet: Suite da “Carmen”; Ibert: Due pezzi brevi; Farkas: Antiche danze ungheresi del secolo XVII

Venerdì 26 giugno, ore 19
NOVA PERCUTILIA

presentazione a cura di Chiara Papa
i musicisti:Sergio Rizzo (timpani, vibrafono), Andrea Stefanizzi (marimba, vibrafono), Marco Spina (timpani, marimba, vibrafono), Pamela Piras (pianoforte), Paola Lezzi (timpani, marimba, vibrafono)
le musiche:Macarez: Tim – Top, Musser: Etude in C major; Carter: Marche; Glassock: The wind; Bergamo: Two pieces; Glentwork: Blues for Gilbert; Abe:locandina il Futuro senza con la musica Wind Sketch; Zivkovic: Suomineito; Musser:Etude op. 6; Molenhof: All over but the shoutin; Molenhof: Music of the day; Zivkovic: Jilias; Sejourneè: Concerto per marimba e pianoforte.; Ludwig: Bombardament (Quartetto).

Sabato 27 giugno, ore 19
QUATTRO MANI E UN CLAVICEMBALO
presentazione a cura di Paolo Loparco
i musicisti:Paolo Loparco, Annamaria Sabino Pasquale (clavicembalo)
le musiche:Jommelli: Sonata a 4 mani in Do maggiore, Rutini: 12 Divertimenti op. 18; Vaňhal: Sonata a 4 mani in La maggiore; Mozart: Sonata a 4 mani in Re maggiore K 381


Lunedì 29 giugno, ore 19
CORDE ARMONICHE

presentazione a cura di Chiara Papa
i musicisti:Giulia Camardella (violino), Gabriele De Carlo (pianoforte), Stefano Rielli (contrabbasso), Vanessa Sotgiu (pianoforte), Marco Schiavone (violoncello), Andrés Gallucci (pianoforte)
le musiche:Mozart: Sonata per violino e pianoforte KV 526; Bottesini: Fantasia su “La sonnambula” di V. Bellini; Boccherini: Sonata n° 6 per violoncello e pianoforte

Martedì 30 giugno, ore 19
IL RESPIRO DEL TEMPO

presentazione a cura di Chiara Papa
i musicisti:Elena Borlizzi (flauto), Vanessa Sotgiu (pianoforte), Viviana Macelletti (oboe), Marco De Luca (chitarra), Alessandro Trianni (sassofono), Pino Fanciullo (pianoforte)
le musiche:Martin: Ballade; Mouquet: Sonata "La flute de pan"; Coste: Le Montagnard op. 34, Divertimento pastorale per oboe e chitarra; Creston: Sonata op. 19 per sax alto e pianoforte; Demersseman: Fantasy per sax alto e pianoforte; Iturralde: Suite Hellenique.

L’incontro del 25 giugno è realizzato in collaborazione con l’Istituto Musicale Provinciale “G. Paisiello” Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale – Taranto.

Il 26, 29 e 30 giugno, sarà invece la volta del Conservatorio "Tito Schipa" Istituto Superiore di Studi Musicali – Lecce.

Quello che La Fondazione Paolo Grassi immagina è, dunque, un futuro dove la Musica, che possa, nonostante i tagli dei fondi, e nonostante i deliri e il “cupio dissolvi” che affliggono il Paese, continuare a parlare alle menti e ai cuori, grazie a giovani che insistono a studiarla, ad amarla, a suonarla.  per un pubblico che, contrariamente a quel che si creda, torna a riempire le sale di concerti. Il ciclo che la Fondazione Paolo Grassi propone vuole far entrare in contatto il pubblico con nuovi musicisti, grazie anche alla collaborazione dell'Istituto Musicale Paisiello di Taranto e del Conservatorio Tito Schipa di Lecce.
Le serate saranno basate sul dialogo fra interpreti e pubblico sul mestiere del musicista oggi e sul valore più generale della musica classica nella formazione della società di domani. Sarà dunque la Musica Forte, come la definisce il musicologo Quirino Principe, la protagonista degli incontri, che proprio grazie alla sua “forza” agisce con efficacia sconfiggendo anche quelle forze dell’oscurantismo non sempre occulte che ad essa si oppongono.

---

Staff ViviMartina.it
www.vivimartina.it
info@vivimartina.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl