Le sculture della Pace di Stefano Balisteri in mostra ad Aspra

Le sculture della Pace di Stefano Balisteri in mostra ad Aspra Amore, famiglia, unione e sopravvivenza è quanto emerge dalle opere in pietra di Stefano Balisteri, in mostra per tutto il periodo della festa patronale di Aspra nella piazzetta di viale Fiume d'Italia.

13/set/2008 20.23.03 Marina Mancini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Amore, famiglia, unione e sopravvivenza è quanto emerge dalle opere in pietra di Stefano Balisteri, in mostra per tutto il periodo della festa patronale di Aspra nella piazzetta di viale Fiume d'Italia.

La mostra inaugurata giovedì 11 settembre, in apertura dei festeggiamenti di Maria Santissima Addolorata, si intitola si intitola "Le sculture della Pace" a ricordare le vittime cadute quel tragico 11 settembre del 2001.

A presentare le sculture di Balistreri il presidente del Circolo Giacomo Giardina, Giuseppe Bagnasco, insieme all'assessore al Decentramento, Maurizio Sardina ed al Presidente del Consiglio circoscrizionale Giovan Battista Caputo.

"Amo la mia terra, amo queste pietre, è tramite esse riesco ad esprimermi meglio che con tante parole" ha detto il maestro Balistreri.

relatoriL'importanza del ricordo è fondamentale, farlo attraverso l'arte è ancora più importante - dichiara l'assessore Sardina ricordando le vittime dell'11 settembre, "dimenticando, scordiamo che la democrazia è fondamentale per tutti".

Auguro a Stefano di realizzare il suo sogno: poter esporre una sua opera in modo permanente, una sua creatura in pietra d'Aspra, proprio nella nostra frazione sottolinea il presidente del Consiglio circoscrizionale, Gianluca Caputo.

operaIl presidente del circolo Giardina, Giuseppe Bagnasco, ha analizzato un breve excursus della carriera di Stefano Balistreri, soffermandosi sulle opere in mostra.

 "Stefano scava nelle cave dell'anima con le sue opere" - dice Bagnasco - "quelle in mostra qui rappresentano la terra, la nostra Sicilia"; Le opere infatti sono realizzate con pietra di Custonaci, di Lipari e di Aspra, del Monte Catalfano.

 

sculturaBalisteri infatti sin da piccolo, ad appena otto anni, ho lavorato nelle cave di pietra di Bagheria es Aspra assieme ai suoi fratelli ed a suo padre. Due generazioni impegnate in questo mestiere fino al 1955.

"Salviamo questo mondo", "La famiglia" e "Sopravvivenza" i titoli delle tre grandi sculture in mostra, che si legano, non a caso, al tema del ricordo della strage di oltre cinque mila uomini e donne che lavoravano e frequentavano le Torri Gemelle.

E' intervenuto anche il parrocco di Aspra per esprimere apprezzamento per l'operato dello scultore"Stefano è una pietra preziosa di Aspra" ha detto Don Dino Taormina.

La pietra difficilmente si distrugge e come tale può essere il giusto mezzo per ricordare.

M.M.
Ufficio Stampa Comune Bagheria PA

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl