L RAPPORTO TRA DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA E PARTECIPATIVA NELLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA: EFFICIENZA, TRASPARENZA, CONFLITTO ED INNOVAZIONE

L RAPPORTO TRA DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA E PARTECIPATIVA NELLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA: EFFICIENZA, TRASPARENZA, CONFLITTO ED INNOVAZIONE MERCOLEDI' 16 DICEMBRE IL PROSSIMO CAFFE' CREATIVO DI LAB LAB Quali possono e debbono essere i rapporti tra democrazia partecipativa e rappresentativa, per garantire un livello soddisfacente di governo delle città?

14/dic/2009 16.52.53 Laura Bonicoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

MERCOLEDI’ 16 DICEMBRE
IL PROSSIMO CAFFE’ CREATIVO DI LAB LAB

 
 
Quali possono e debbono essere i rapporti tra democrazia partecipativa e rappresentativa, per garantire un livello soddisfacente di governo delle città? Questo il tema del prossimo Caffè Creativo di Laboratorio Labronico. “Efficienza, trasparenza, conflitto, innovazione: il rapporto tra democrazia rappresentativa e democrazia partecipativa nel governo degli Enti Locali” si terrà mercoledì 16 dicembre alle 21.00 presso la Circoscrizione 5, via Machiavelli, Livorno (quartiere La Rosa).  A partire da una introduzione/provocazione della prof. Marianella Sclavi tutti gli interessati, amministratori, esperti e singoli cittadini, saranno invitati a confrontarsi su questi temi, con lo scopo di produrre indicazioni da proporre tanto all’Amministrazione che alla cittadinanza.
 
Gli istituti di democrazia rappresentativa, l’uso della delega e di organismi di governo sempre più “specializzati”, sono necessari per facilitare la gestione della res publica: ma nella situazione attuale la stragrande maggioranza dei cittadini “partecipa” alle scelte che la riguarda esclusivamente attraverso il voto quadriennale. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, in termini di disimpegno, disinformazione, insoddisfazione.
 
“La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un moscone... la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione” cantava Giorgio Gaber: ma la “partecipazione” non è semplice da attuare e i diversi tentativi degli ultimi anni, se si va al di la del semplice referendum abrogativo o delle leggi di iniziativa popolare, hanno incontrato un buon numero di difficoltà e fallimenti.
 
Occorre un fermo convincimento da parte degli amministratori circa la bontà degli strumenti partecipativi, serve una cultura ampia e condivisa da parte dei cittadini dell’importanza di partecipare, ma è assolutamente necessaria, come dimostra anche la lunga esperienza di Porto Alegre, un’attenta gestione delle “regole” del dialogo tra cittadini e tra questi e l’amministrazione.
 
Al Caffè Creativo del prossimo 16 dicembre la Professoressa Sclavi, che ha condotto a Livorno l’esperienza partecipativa del Cisternino 2020, stimolerà l’avvio del dibattito, lasciando quindi la parola ai tavoli di discussione, in cui tutti potranno intervenire al fine di esprimere idee e formulare proposte. Si ragionerà di regole e di come si formano le regole. Un livello di discussione sicuramente alto, fondamentale per avere ancora più chiaro il territorio in cui viviamo. Uno dei tanti modi per cominciare veramente a partecipare.
 
Contatti:
http://www.laboratoriolabronico.it/
333 4955494    


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl