Incontro UCIIM MILANO 20 aprile 2005 s6

dell UCIIM, associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e

Allegati

02/apr/2005 09.25.55 UCIIM MILANO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                   UCIIM MILANO

associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e formatori della scuola e della formazione professionale

via sant'Antonio, 5                           tel. 02 58 39 13 82           e-mail: uciim.milano@tiscali.it

I – 20122    Milano                            fax 17 82 70 66 89       web site: www.uciim.milano.it

con preghiera di diffusione

Comunicato Stampa

“I mercoledì dell’UCIIM”

20 aprile 2005. Ottavo incontro del ciclo sui Nodi della Riforma Moratti

I Saperi essenziali della Riforma

MILANO (2 aprile 2004) — Mercoledì 20 aprile, alle ore 16.30, presso il Centro diocesano in via sant’Antonio 5 a Milano, la sezione milanese dell’UCIIM, associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e formatori della scuola e della formazione professionale, propone un incontro sul tema «Materie Discipline Educazioni nella Riforma Moratti». Interverrà la prof.ssa Stefania Marangoni, dirigente dell’OPPI (organizzazione per la preparazione professionale degli insegnanti) di Milano.

Al termine dell’incontro, alle 18.30, santa messa di Pasqua per i soci e i simpatizzanti dell’UCIIM. Concelebreranno don Serafino Marazzini e don Renato Fantoni, rispettivamente consulente ecclesiastico provinciale e sezionale della prima associazione professionale della scuola e della formazione professionale.

Nella legge 53/03, che ha dato formalmente avvio alla Riforma Moratti, non si parla più di Programmi ministeriali e di materie scolastiche bensì, com’è ampiamente noto, di Indicazioni nazionali, di educazioni e di attività, di discipline di studio, di discipline di insegnamento, di percorsi disciplinari, di dimensione sistematica delle discipline. Di fatto, con l’introduzione dei Piani di studio personalizzati si ha il superamento dei concetti di curricolo e di programmazione educativa e didattica.

In attesa del definitivo assetto pedagogico, didattico e organizzativo, che dovrà essere stabilito da un futuro regolamento governativo, oggi per i Collegi dei Docenti, che devono dar vita alla complessa elaborazione del POF (Piano dell’Offerta Formativa), divengono dunque punto di riferimento obbligato le Indicazioni nazionali per i Piani personalizzati, che contengono gli obiettivi specifici di apprendimento (OSA), ordinati per attività educative e disciplinari e articolati per periodi didattici. Negli OSA, per ciascuna disciplina vengono indicate conoscenze e abilità che l’azione della scuola aiuterà a trasformare in competenze personali di ciascun studente.

Tuttavia non mancano le zone grigie. Infatti, anche se vengono forniti gli obiettivi specifici di apprendimento inerenti all’educazione alla Convivenza civile (educazione alla cittadinanza, stradale, ambientale, alla salute, alimentare e all’affettività), è chiaramente stabilito che non costituisce una disciplina a se stante. L’educazione alla Convivenza civile si concreta in un insieme di attività educative e didattiche unitarie, in cui cooperano i docenti contitolari del gruppo classe.

Il tutto da realizzarsi nell’orario obbligatorio delle lezioni (comprensivo della quota riservata alle Regioni, alle istituzioni scolastiche e all’insegnamento della Religione cattolica) e di quello dell’offerta formativa aggiuntiva opzionale facoltativa, utilizzata sia nella prospettiva del recupero sia in quella dello sviluppo e dell’eccellenza. Tradotto in cifre, 27-33 ore settimanali.

Senza dubbio la Riforma Moratti garantisce l’autonomia delle singole istituzioni scolastiche. Ma quali e quanti reali “spazi di libertà”, nella scuola della Riforma, hanno i collegi docenti, i consigli di classe, i singoli docenti? Quali riferimenti teorici e quali strumenti metodologici occorre padroneggiare per attuare intelligentemente questa Riforma?  L’incontro dell’UCIIM MILANO del 20 aprile con Stefania Marangoni sicuramente fornirà elementi per rispondere a simili interrogativi e per realizzare valide e attuali proposte di educazione scolastica.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Per informazioni: tel. 0258391382 — e-mail: uciim.milano@tiscali.it

 

 

allegati

Discipline Moratii.pdf

 

Per leggere i file allegati, in formato PDF, è necessario disporre del programma ACROBAT READER.

Coloro che non dispongono di tale programma potranno scaricarlo liberamente e senza alcun onere all'indirizzo internet:

http://www.adobe.it/products/acrobat/readstep2.html

Sarà necessario indicare la piattaforma operativa utilizzata e la lingua desiderata.

*************************************************************************************

perulteriori informazioni: Sandro Sanna 335 84 43 197 —  e-mail: uciim.milano@tiscali.it

*************************************************************************************

Con i migliori saluti

 

Informativa sulla privacy

Vi ricordiamo che il vostro indirizzo e-mail è inserito negli archivi di UCIIM MILANO – via sant’Antonio, 5 - 20122 Milano MI, titolare del trattamento dei dati.

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste e/o  iscrizioni alle nostre attività o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o su altri media.

I vostri dati, di cui l'indirizzo e-mail, sono trattati in via informatica nel rispetto dei principi di protezione della privacy. Si potranno comunque sempre esercitare i diritti di cui all’articolo 13 della legge 675 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc..).

Nel caso in cui desiderate essere cassati dalla nostra mailing list, inviate una e-mail a uciim.milano@tiscali.it con la dicitura in oggetto "elimina".

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl