UCIIM MILANO Incontro 21 settembre 2005

La dimensione progettuale dell Insegnare

Allegati

07/set/2005 03.01.12 UCIIM MILANO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

UCIIM MILANO

associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e formatori della scuola e della formazione professionale

via sant'Antonio, 5                                                                                                                                                         tel. 02 58 39 13 82              e-mail: uciim.milano@tiscali.it

I – 20122   Milano                                                                                                                                                          fax 17 82 70 66 89              web site: www.uciim.milano.it

 

 

con preghiera di diffusione

Comunicato Stampa

21 Settembre 2005. Primo incontro dei Mercoledì dell’UCIIM

La dimensione progettuale dell’Insegnare

MILANO (7 SETTEMBRE 2005) — Mercoledì 21 settembre, alle ore 15.00, presso il Centro diocesano in via sant’Antonio 5 a Milano, la sezione milanese dell’UCIIM, associazione professionale cattolica di docenti, dirigenti e formatori della scuola e della formazione professionale, propone un incontro sul tema «La dimensione progettuale dell’Insegnare nella Riforma Moratti». Relatore il prof. Sandro Sanna, presidente UCIIM MILANO.

Che cosa significa, oggi, progettare a scuola, per la scuola, nella scuola? Quale reale progettualità nelle singole istituzioni scolastiche autonome? Come sviluppare un’autentica progettazione didattica che non sia il semplice adattamento o la fotocopia di soluzioni sentire ad un convegno o “scaricate” da Internet? Nella scuola, la fatica del progettare è legata alla complessa normativa della Riforma Moratti oppure alla difficoltà lavorare in gruppo?

Nei vari compendi e materiale divulgativo che hanno accompagnato la Riforma Moratti, i lemmi progetto, progettualità, progettazione educativa, progettazione didattica sono assenti o poco trattati. Mancano del tutto, nell’utile testo, a cura del Servizio per la Comunicazione del MIUR, Le parole di una scuola che cresce – Piccolo dizionario della riforma. Mentre nel Lessico della riforma, apparso negli Annali dell’Istruzione (n.4-5/2002), si trovano solo due termini: Progetto e Programmazione.

In effetti la Legge 53/2003 parla solo due volte di progettazione: nell’articolo 4 sull’Alternanza scuola-lavoro, «come modalità di realizzazione del percorso formativo progettata, attuata e valutata dall’istituzione scolastica e formativa in collaborazione con le imprese, …»  Successivamente specifica che «Le istituzioni scolastiche, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, possono collegarsi con il sistema dell’istruzione e della formazione professionale ed assicurare, a domanda degli interessati e d’intesa con le regioni, la frequenza negli istituti d’istruzione e formazione professionale di corsi integrati che prevedano piani di studio progettati d’intesa fra i due sistemi, coerenti con il corso di studi e realizzati con il concorso degli operatori di ambedue i sistemi».

Non va meglio nel Decreto Legislativo n. 59/2004, definizione delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione. Si fa riferimento alla dimensione progettuale solo nell’articolo 3 stabilendo che «L'orario annuale delle attività educative per la scuola dell'infanzia, … si diversifica …,  a  seconda  dei  progetti  educativi delle singole scuole dell'infanzia, tenuto conto delle richieste delle famiglie».

Al contrario, le Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati, quasi a volere compensare una carenza, parlano diffusamente di progettazione, in quanto  «Il “cuore” del processo educativo si ritrova nel compito delle istituzioni scolastiche e dei docenti di progettare le Unità di Apprendimento caratterizzate da  obiettivi formativi adatti e significativi per i singoli allievi che si affidano al loro peculiare servizio educativo, compresi quelli in situazione di handicap, e volte a garantire la trasformazione delle capacità di ciascuno in reali e documentate competenze».

In questo scenario, l’incontro dell’UCIIM milanese del 21 settembre si prospetta come un’utile occasione per conoscere meglio e sviluppare questa basilare dimensione dell’educazione scolastica.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Per informazioni: tel. 0258391382 — e-mail: uciim.milano@tiscali.it                   

 

 

allegati:

·         Dimensione Progettuale.pdf

 

Per leggere i file allegati, in formato PDF, è necessario disporre del programma ACROBAT READER.

Coloro che non dispongono di tale programma potranno scaricarlo liberamente e senza alcun onere all'indirizzo internet:

http://www.adobe.it/products/acrobat/readstep2.html

Sarà necessario indicare la piattaforma operativa utilizzata e la lingua desiderata.

 

perulteriori informazioni: Sandro Sanna 335 84 43 197 —  e-mail: uciim.milano@tiscali.it

Con i migliori saluti

 

Informativa sulla privacy

Vi ricordiamo che il vostro indirizzo e-mail è inserito negli archivi di UCIIM MILANO – via sant’Antonio, 5 - 20122 Milano MI, titolare del trattamento dei dati.

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste e/o  iscrizioni alle nostre attività o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o su altri media.

I vostri dati, di cui l'indirizzo e-mail, sono trattati in via informatica nel rispetto dei principi di protezione della privacy. Si potranno comunque sempre esercitare i diritti di cui all’articolo 13 della legge 675 (accesso, correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc..).

Nel caso in cui desiderate essere cassati dalla nostra mailing list, inviate una e-mail a uciim.milano@tiscali.it con la dicitura in oggetto "elimina".

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl