Il Sovrano Militare Ordine Dei Cavalieri di Malta

Il Dott. Marco Metelli, di Viterbo, sarà insignito del titolo di Donato di Devozione del Sovrano Militare Ordine Dei Cavalieri di Malta, entrandone a farne parte anche come Segretario della Delegazione di Viterbo e Rieti.

Persone Sandro Maria Itro, Grazia Magistrale, Giacomo Dalla Torre, Marco Metelli, Militare Ordine Dei Cavalieri, Donato
Luoghi Roma, Viterbo, Rieti, Malta, Sanguinetto
Organizzazioni Chiesa Apostolica Romana
Argomenti cristianesimo, religione

13/giu/2012 09.55.01 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Dott. Marco Metelli, di Viterbo, sarà insignito del titolo di Donato di Devozione del Sovrano Militare Ordine Dei Cavalieri di Malta, entrandone a farne parte anche come Segretario della Delegazione di Viterbo e Rieti.

La suggestiva Cerimonia di investitura sarà celebrata a Roma, Domenica 17 Giugno 2012, nella cappella Palatina di piazza del Grillo 1 alle ore 11, insieme agli altri nuovi Membri ed alla presenza delle più alte cariche dell’Ordine Dei Cavalieri di Malta, tra cui il Gran Priore di Roma Balì fra' Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto ed Il Delegato di Viterbo e Rieti, Gran Croce di Grazia Magistrale Sandro Maria Itro.

Cogliamo l'ccasione della lieta noitizia, per capire chi sono e di cosa si occupano i Cavalieri di Malta,
tracciando una loro breve storia.

L'Ordine dei Cavalieri di Malta è un Ordine religioso fin dal 1113: quello che li distingue è il loro impegno ad approfondire la propria spiritualità nell'ambito della Chiesa e a dedicare parte delle proprie energie al servizio dei poveri e dei sofferenti.

Oggi l'Ordine è presente in oltre 110 paesi con le proprie attività mediche, sociali e assistenziali. I suoi membri uniscono vocazione e impegno alla solidarietà, alla giustizia e alla pace sulla base dell'insegnamento della dottrina evangelica, in strettissima comunione con la Santa Sede, esprimendo carità operosa e dinamica, sostenuta dalla preghiera.

Dovunque si siano insediati, i Cavalieri hanno sempre prima stabilito l'Ospedale e l'Ospizio e poi costruito, se necessario, fortificazioni difensive. Non operano solo con strutture ospedaliere, bensì anche con servizio personale nelle case, negli ospizi, nei poveri alloggi delle popolazioni diseredate: il loro impegno riguarda oltre i malati anche gli emarginati, i perseguitati, i rifugiati, senza distinzione di razza o di religione.

Il carattere cavalleresco dell'Ordine ha ancora oggi grande valenza morale perché denota lo spirito di servizio, di abnegazione e di disciplina che anima i cavalieri.

Le battaglie non vengono più combattute con la spada, ma con gli strumenti pacifici della lotta contro le malattie, la miseria, l'emarginazione e l'intolleranza, e con la difesa e la divulgazione della Fede cattolica.

Per conoscere le ultime news:

http://www.ordinedimaltaitalia.org/gran-priorato-di-roma

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl