DOGANA DI POMEZIA: ANCORA UNA VOLTA NESSUNA RISPOSTA E SI CONFERMA LO STATO DI AGITAZIONE

15/apr/2010 18.59.50 uildoganelazio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Durante lo svolgimento dell’Assemblea del personale in servizio presso la SOT di Pomezia, il giorno 14 aprile u.s., si continua a confermare lo stato di agitazione e l’organizzazione di una forte dimostrazione di protesta nel mese di maggio p.v., come già annunciato il 29 marzo 2010, in quanto ancora una volta il Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Roma 1, con nota del 9 aprile u.s., non ha fornito risposte concrete, definitive e risolutive sulle problematiche che continuano ad affliggere la Dogana di Pomezia e che vogliamo ricordare:
 
-         Stato di abbandono;
 
-         Condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza precarie;
 
-         Mancanza di personale.
 
Lo stesso Direttore delle Dogane fa presente di essere consapevole che la SOT di Pomezia non è da considerarsi tra le migliori sedi in materia di sicurezza ed di essere fiducioso nella realizzazione del nuovo progetto di Interporto, presentato dalla FS LOGISTICA, per la soluzione di tutte le problematiche, senza però precisare il quando e il come si realizzerà e se si realizzerà.
 
Alla luce di tutto ciò il personale doganale di Pomezia resterà saldo sulle sue decisioni se non riceverà risposte concrete ma soprattutto risolutive e attuabili in brevissimo tempo.
 
Roma, 15 aprile 2010
 
                                                                                     Il Segretario Regionale UIL DOGANE LAZIO
                                                                                           Virgilio Tisba
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl