Inquinamento. Raccolta di batterie esauste in Italia. Nel 2004 raggiunto il 100%

07/mar/2005 13.40.41 Andrea Pietrarota Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Una breve sul Cobat che magari può trovare spazio ...

Inquinamento. Raccolta di batterie esauste in Italia. Nel 2004 raggiunto il
100%
Nel corso del 2004 è stato recuperato in Italia quasi il 100% delle batterie
al piombo acido (come quelle di tutti gli autoveicoli) immesse al consumo:
si tratta di più di 191mila tonnellate, corrispondenti ad oltre 16 milioni
di pezzi. Le Marche, con una raccolta pro-capite di quasi 4 kg per cittadino
sono state la regione più ³virtuosa², mentre in termini assoluti è stata la
Lombardia, la Regione che ha recuperato le maggiori quantità di tonnellate
di batterie: ben 33mila.
Grazie a questa attività del Cobat, il Consorzio Obbligatorio Batterie
esauste - ente senza fini di lucro istituito con legge dello Stato - sono
stati smaltiti oltre 31 milioni di acido solforico, recuperate quasi 10mila
tonnellate di plastica e soprattutto 107mila tonnellate di piombo,
garantendo per l¹economia nazionale, un risparmio sull¹importazione di tale
metallo pari a 76 milioni di euro. Nella raccolta delle batterie al piombo
esauste l¹Italia ha ormai raggiunto livelli di eccellenza internazionale
eguagliando Paesi di alta tradizione ambientalista come Norvegia, Svezia e
Danimarca.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl