L’UGL Vigili del Fuoco chiede l’assunzione degli 86 VFB e dei rimanenti del concorso a 184 posti ancora in graduatoria.

26/lug/2009 22.26.26 Vittorio Imbrogno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roma 27/07/2009

Con una nota alle più alte cariche dello Stato l’UGL Vigili del Fuoco chiede più rispetto per queste due graduatorie, ecco il testo: Egregi Signori Presidenti e Ministri, sig.ri Sottosegretari, sig. Capo Dipartimento, sig. Capo del Corpo VVF, con documenti N°30 del 26 Luglio 2008 e N°45 dell’08 Settembre 2008, N° 5 del 20 Gennaio 2009 e N° 19 del 9 Maggio 2009, questa O.S. ebbe a richiederVi l’interessamento diretto per l’assunzione dei VFB (86 in tutto), degli Idonei ancora in graduatoria del concorso a 184 posti, nonché delle due graduatorie dei concorsi riservati ad ex Ausiliari di leva del 2004 e del 2005. Giungono voci sempre più insistenti sulla sicura partenza degli ex Ausiliari di Leva 2004/2005 che si aggiungerebbero alla graduatoria della stabilizzazione dei precari, mentre sembra affievolirsi la speranza sia per i VFB, di cui ne sono rimasti soli 86 idonei in graduatoria e dei rimanenti della graduatoria del concorso pubblico a 184 posti del 1998. Nei  primi mesi del 2009 abbiamo avuto rassicurazioni da parte di vari Onorevoli di maggioranza che hanno seguito la vicenda, i quali ci hanno riferito che come nella precedente assunzione, anche in questa attualmente in itinere si sarebbe proceduto attingendo da tutte le graduatorie, quindi anche da queste. Ricordiamo che si tratta di 86 VFB che hanno effettuato missioni all’estero con l’Esercito Italiano e lodevole servizio al merito, i quali alla Patria hanno già dato davvero tutto se stessi con la speranza un giorno di poter fare i Vigili del Fuoco, per i quali hanno superato un concorso ed oggi aspettano il coronamento del loro sogno. Hanno prestato servizio nelle Forze Armate per tre anni senza demeriti, hanno partecipato a missioni militari Internazionali (Iraq, Afghanistan, Libano, Bosnia, Kosovo ed altro), hanno rischiato la propria VITA per le Istituzioni Italiane che voi oggi tutti Rappresentate, per tutto il Paese, per tutti gli Italiani, hanno lavorato al fianco dei loro colleghi militari che non sono più tornati a casa, hanno ricevuto elogi per l’ottimo servizio svolto e tante pacche sulle spalle. Hanno dato alla Patria davvero tutto se stessi con la speranza un giorno di poter fare i Vigili del Fuoco, per i quali hanno superato un concorso ed oggi aspettano il coronamento del loro sogno, hanno servito il nostro Paese, la nostra Nazione, la Bandiera più bella del Mondo. Ragazzi che pur di essere sempre efficienti e ligi al dovere hanno frequentato corsi del tipo Interforze e tanto altro ancora, sono stati visitati per ben DUE volte e giudicati idonei. Per questo chiediamo un Vostro Autorevole intervento, poiché crediamo ci siano interessi da parte di tutti ad abbandonare questi ragazzi per favorire la stabilizzazione, giacché, mentre nella graduatoria della stabilizzazione sono più di seimila, questi sono solo 86, ovvio quindi per opportunità di tesseramento nei vari sindacati lottare per quelli che sono molti di più, cioè come se fossero solo dei polli da spennare e tesserare. Il concorso a 184 posti è un concorso rientrato nell’ultimo ddl mille proroghe, per il quale ormai sono rimasti gli ultimi degli idonei ancora in graduatoria, i quali ovviamente hanno aspettato più di dieci anni il realizzarsi di questo sogno, perché consentire ad altri senza aver neanche mai fatto un concorso di superare chi invece è idoneo ad un concorso pubblico e aspetta da anni di essere assunto? Confidiamo come sempre in un Vostro risoluto interessamento, con l’occasione vogliate gradire i nostri più distinti e cordiali saluti. Per favore, abbiate uno spunto di amore e riconoscenza per chi ha rischiato la vita per tutti noi, NON LI ABBANDONATE!

L’UGL sostiene di essere l’unico sindacato di categoria a favore di questi ragazzi, che essendo pochi numericamente sono stati abbandonati da tutti, il Coordinatore Nazionale Vittorio Imbrogno conclude infatti con questa frase: VERGOGNA!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl