Provincia di Treviso: decessi stradali piu' che dimezzati

nel mese di marzo 2006, in provincia di Treviso.

Allegati

31/mar/2006 04.37.16 Provincia di Treviso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Provincia di Treviso: decessi stradali piu' che dimezzati
  
 3 decessi nel mese di marzo 2006, in provincia di Treviso. Secondo l'Ufficio Studi e Ricerche dell'ente, dall’inizio dell’anno sono 13 in tutto. Valore estremamente contenuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente in cui erano 25, di cui 15 erano deceduti nel mese di marzo. Il dato di marzo, infatti, è il più basso degli ultimi 15 anni. Esso è fortemente inferiore alla media dell’intero periodo (quasi 34 decessi di media nel primo trimestre dell’anno) e dell’ultimo triennio (29). In ogni caso, questo trend positivo ha bisogno di essere confermato durante l’anno corrente, quando nuovi dati si renderanno disponibili. 

Dei 13 decessi stradali complessivi, 6 si concentrano tra le 18.00 e le 24.00 e ben 10 sono avvenuti in condizioni di buio e sono stati coinvolti le sole autovetture e pedoni. Nessun decesso sulle due ruote. Nonostante il numero contenuto di decessi stradali, quasi la metà (6 decessi) è ascrivibile alla tipologia delle “Stragi del sabato sera”. In valore assoluto, è lo stesso valore del 2004 e del 2005, che però presentavano un numero maggiore di decessi totali. Rimane costante, quindi, il numero di decessi di questo tipo, mentre diminuiscono quelli che non sono assimilabili alle “Stragi del sabato sera”.

Le cause principali dei decessi sono state l’eccesso di velocità (39%) e lo stato psico-fisico alterato (38%), mentre i deceduti a causa di comportamenti scorretti di terzi scendono al 22%, cioè 3 decessi dei 13 totali. Circa la metà dei decessi sono avvenuti per sbandamento di veicoli isolati.

Dal 1° aprile entreranno in vigore le nuove disposizioni in materia di conseguenze derivanti da incidenti stradali (legge n. 102/2006). La norma intende inasprire le sanzioni per chi causa incidenti stradali. In particolare, è prevista la sospensione della patente di guida da 15 giorni a 3 mesi per lesione personale colposa, fino a 2 anni quando dal fatto derivi una lesione personale colposa grave o gravissima e fino a 4 anni nel caso di omicidio colposo. È prevista, inoltre, la reclusione da 2 a 5 anni se il fatto è commesso con violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale o di quelle per la prevenzione degli infortuni sul lavoro la pena.

 
 
PROVINCIA DI TREVISO
Ufficio Studi e Ricerche
 
web: http://ufficiostudi.provincia.treviso.it
email: uffstudi@provincia.treviso.it
telefono 0422656049
fax 0422656250
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl