Conunicato stampa

Conunicato stampa PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA GRUPPO CONSILIARE DI ALLEANZA NAZIONALE - COMUNICATO STAMPA - SETTE MESI DOPO NULLA E' CAMBIATO: RESTA L'EMERGENZA IDRICA DEI PAESI ETNEI Il Presidente della Commissione Sviluppo Economico della Provincia Regionale di Catania, Ottavio Vaccaro, che nel mese di novembre dell'anno 2006 aveva con una interrogazione richiesto al Presidente Lombardo di intervenire per tempo per risolvere i frequenti disservizi nell'erogazione dell'acqua che interessano buona parte dei Comuni etnei ha nuovamente incalzato l'Amministrazione Provinciale di Catania a porre in essere ogni azione per scongiurare il ripetersi del fenomeno nella stagione estiva ormai alle porte.

21/giu/2007 13.30.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA
GRUPPO CONSILIARE DI ALLEANZA NAZIONALE
 
- COMUNICATO STAMPA -

 

 

SETTE MESI DOPO NULLA E’ CAMBIATO: RESTA L’EMERGENZA IDRICA DEI PAESI ETNEI

 

Il Presidente della Commissione Sviluppo Economico della Provincia Regionale di Catania, Ottavio Vaccaro, che nel mese di novembre dell’anno 2006 aveva con una interrogazione richiesto al Presidente Lombardo di intervenire per tempo per risolvere i frequenti disservizi nell’erogazione dell’acqua che interessano buona parte dei Comuni etnei ha nuovamente incalzato l’Amministrazione Provinciale di Catania a porre in essere ogni azione per scongiurare il ripetersi del fenomeno nella stagione estiva ormai alle porte.

Il consigliere Vaccaro nell’interrogazione chiede di conoscere quali iniziative sono state poste in essere dall’Amministrazione Provinciale al fine di scongiurare il ripetersi dei fenomeni verificatisi nelle precedenti stagioni estive, allorché interi territori comunali sono rimasti a secco per diversi giorni o altri ancora, addirittura, ricevevano l’acqua razionata settimanalmente.

Inoltre, stante che è notizia di questi giorni che ancora una volta si sono bloccate l’elettropompe del pozzo “Muri Antichi” gestito dall’Acoset che serve tutto il territorio di Trecastagni, nell’atto indirizzato al capo dell’Amministrazione Provinciale si chiede di conoscere se risponde al vero che a fronte della richiesta avanzata dal Sindaco del Comune di Trecastagni in data 14.07.2006, prot. n.14177, a nome di sedici Comuni, affinché si procedesse ad un urgente incontro con il Presidente della Provincia, il Prefetto di Catania ed il Direttore Generale dell’ASL 3 avente ad oggetto la problematica in questione, l’appello è stato fatto cadere nel vuoto dalla Provincia di Catania e nessun incontro è avvenuto.

La situazione di emergenza idrica dei Comuni interessati è davvero grave - commenta Vaccaro - e comporta ripercussioni per tutti i settori produttivi, compreso quello agricolo per il quale si registrano sensibili riduzioni delle rese produttive e delle superfici destinate alla coltivazione. Tra l’altro, - conclude Vaccaro - l’aumento dei balzelli e delle tariffe disposto dall’ACOSET S.p.A. risulta incomprensibile all’utenza già vessata dai gravissimi disservizi verificatisi nella fornitura di un vitale servizio pubblico e sarebbe ancora più grave che la Provincia incalzata oltre sette mesi addietro dal sottoscritto a provvedere in merito, e ancor prima dal Sindaco di Trecastagni, non abbia fatto assolutamente nulla.

 

A cura dell'Ufficio Stampa Avv. Ottavio Vaccaro

segreteria@ottaviovaccaro.com

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl