Cara Regione Abruzzo - di Virgilio Conti

Cara Regione Abruzzo - di Virgilio Conti Presidente Chiodi, le sottopongo uno scritto inviato qualche tempo fa alla Regione Abruzzo.

14/ott/2010 17.20.05 Virgilio E. Conti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Presidente Chiodi,
le sottopongo uno scritto inviato qualche tempo fa alla Regione Abruzzo.
La ringrazio anticipatamente per quanto vorrà o potrà fare.

All’Assessore della Regione Abruzzo Franco Caramanico
Lettera aperta di V.C.
Egr. ing. Caramanico,
ho appreso che il disegno di legge regionale per l'elaborazione e approvazione del Piano Regionale Amianto per l’Abruzzo è, tempi burocratici a parte, in dirittura d’arrivo; me ne compiaccio e mi complimento con la sua amministrazione.
Ho anche letto dei quattrini stanziati per i fondi da destinare alle bonifiche, delle cubature/metrature stimate sul territorio, del censimento da portare a termine, ecc.
Non mi è però chiaro se, quanto e come questo Piano Regionale potrà contribuire alla risoluzione del caso che provo a sottoporle sinteticamente:

Il sito industriale dell’ex fornace Corvaia, situato in località Oricola, confinante con Carsoli ed altri centri abitati, include una copertura di amianto in matrice friabile di circa 10mila mq e, vista l’ex destinazione d’uso, presumibili ulteriori parti non quantificate, ma sempre in forte stato di degrado, della stessa sostanza. Tale notevole quantitativo d’amianto, giacente incustodito ed abbandonato da circa 20 anni, pregiudica seriamente la salute pubblica e l'ambiente circostante.

L'Ordinanza Sindacale di messa in sicurezza, smaltimento e bonifica emessa dal Comune di Oricola, sulla base dei rilievi condotti dalla ASL di Avezzano-Sulmona (servizi IESP e PSAL) e dall'ARTA dell'Aquila, unitamente alle esortazioni della Protezione Civile di Roma, della Prefettura dell'Aquila e degli stessi cittadini che da tempo segnalano questo pericolo e denunciano gravi problemi di salute, hanno preceduto l'operazione di sequestro penale, effettuata il mese scorso dalla Guardia di Finanza di Avezzano, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Avezzano, con la collaborazione del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Pescara.

All’operazione di sequestro si è accompagnata

- la posa in opera di una recinzione in rete metallica della struttura pericolante

- la denuncia del proprietario del sito (trattasi di persona fisica) per reati ambientali e, penalmente, per omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina.

Detti risultati, va detto, costituiscono, dopo tanti anni di inerzia, una concreta risposta delle istituzioni e perciò meritano apprezzamento e plauso.

Essi però non soddisfano le legittime istanze né accolgono le disposizioni di legge in quanto, di fatto, non mettono al riparo dall’amianto e non salvaguardano affatto la salute pubblica.

Ad oggi, in buona sostanza, gli obiettivi più auspicati ed importanti restano fuori dal ventaglio dei provvedimenti presi ed un’area della Marsica (Oricola, Carsoli e località limitrofe) continua ad essere oggetto di grave e perdurante contaminazione da sostanze cancerogene e/o comunque estremamente pericolose.
Come le dicevo allora, non mi è affatto chiaro chi e come debba/possa impugnare gli strumenti finanziari e normativi che la Regione Abruzzo mette o metterà a disposizione affinchè dalle mie parti si possa riprendere a respirare senza il terrore di inalare amianto.

Al di là dei contributi economici, vorrei osservare che le lungaggini e le schermaglie burocratiche di rimpallo competenze e responsabilità hanno comunque costi economici e sociali e, soprattutto, non ci mettono al riparo, dai rischi e pericoli in gioco.

Mi permetto perciò di suggerire un intervento congiunto dei vari attori, armonizzando burocrazia e buon senso, concertando delle soluzioni che consentano di vivere, tutti, amministrati ed amministratori, un po’ meglio e con un po’ meno veleno nell’ambiente.

In tale ottica la Regione potrebbe assumere un ruolo pilota e di cerniera nell’esortare e coordinare le varie funzioni coinvolte ancorchè nel rispetto delle specifiche funzioni e competenze.
Cordialmente
V.C.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl