mille occhi sulla città

mille occhi sulla città CONFEDERAZIONE AUTONOMA EUROPEA dei LAVORATORI Segreteria Regionale Campania PROGETTO MILLE OCCHI SULLA CITTA' Il Sindacato CONF.A.E.L. in ordine al Progetto "Mille occhi sulla Città" esprime la piena approvazione poiché questo è uno strumento utile d indispensabile per garantire la Sicurezza nelle Città e, in specialmodo nella Provincia di Napoli dove maggiore e pregnante è il senso di insicurezza e pericolosità avvertita dal cittadino, creare quel modello di sicurezza complementare che possa utilizzare tutte le DIVISE presenti nel territorio.

10/ago/2010 15.09.12 Polizia Nuova Forza Democratica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CONFEDERAZIONE AUTONOMA EUROPEA dei LAVORATORI Segreteria Regionale Campania PROGETTO MILLE OCCHI SULLA CITTA’ Il Sindacato CONF.A.E.L. in ordine al Progetto “Mille occhi sulla Città” esprime la piena approvazione poiché questo è uno strumento utile d indispensabile per garantire la Sicurezza nelle Città e, in specialmodo nella Provincia di Napoli dove maggiore e pregnante è il senso di insicurezza e pericolosità avvertita dal cittadino, creare quel modello di sicurezza complementare che possa utilizzare tutte le DIVISE presenti nel territorio. Quanto approvato dal Ministro dell’Interno, dall’A.N.C.I. e dagli istituti di Vigilanza realizza quel coordinamento delle Forze in campo di modo da ottenere quella “presenza dello Stato” ovunque e dappertutto. Oggi le Foze di Polizia, a causa del blocco del turn-over, non riescono più ad essere presenti come vorrebbero e la realizzazione di questi progetti, sicuramente, avrebbe un notevole risultato, vedere lo Stato, con tutte le Sue divise, presente sul territorio per dare quella che è sempre stata richiesta dal cittadino: una giusta sicurezza. Tragedie come quelle a cui stiamo assistendo come quella di Villaricca, ultima e sfortunatamente non ultima vista, l’innalzamento degli episodi criminosi ed accadimenti dovuti ad una mancanza del controllo del territorio, è un segnale molto forte da cui si evince chiaramente quanto sta accadendo in danno del cittadino. Vedremmo in campo la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Polizia Locale, la Polizia Provinciale coordinate e sufficienti per le esigenze dei vati territori della Provincia poiché verrebbero supportati da uomini e mezzi degli istituti di Vigilanza che, nell’hinterland napoletano, sono oltremodo presenti e a costi irrisori. La CONFAEL ha già scritto e comunicato al Prefetto e al Questore di Napoli e a tutti i Sindaci del comprensorio napoletano acchè si possa dare inizio a questo modello di sicurezza integrata e complementare che sarebbe un obiettivo unico e sensazionale in quelle realtà, modello peraltro già utilizzato in numerose e diverse realtà d’Italia. Il Sindacato CONFAEL auspica che le Autorità interessate possano dare al più presto inizio a questo modello rivoluzionario che garantirebbe la Sicurezza nelle Città e ai loro cittadini con il giusto supporto alle Forze di Polizia che, purtroppo, soffrono di troppe carenze e difficoltà con una ottimizzazione ed una razionalizzazione di tutte le risorse esistenti. Napoli, 10 agosto 2010 Il Segretario Generale Salvatore DI BONITO Segreteria di Napoli, Piazza Principe Umberto, 4 e-mail: confaelcampania@gmail.com Tel. 329.4218633 - 334.3097395 - Fax 081- 272211 – Facebook: confael
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl