Comunicato stampa del 18/10/2005

18/ott/2005 11.56.34 UDEUR Casagiove Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 
 

  

Comunicato STAMPA DI Antonio Santoro Consigliere comunale UDEUR Casagiove.

www.udeurcasagiove.it

Santa Croce non ha colpe ma la reazione dell’amministrazione Melone è una pietra tombale sulla democrazia e la libertà di stampa.

Gentile dottoressa Castagna, ho seguito con interesse i reportage che Lei ha dedicato alla situazione del Cimitero casagiovese. Pur concordando con Lei sul fatto che lascia perplessi il tentativo di far passare per un “gioiello” il cimitero casagiovese (per cui “l’urbanistica dei cari defunti” nulla ha da invidiare a quella dei vivi) mi consenta di spezzare una lancia a favore della comunità di santa Croce. Va precisato, in primis, che don Lorenzo Maggetto e tutti i responsabili della comunità hanno sempre cercato di improntare la propria azione  al rispetto massimo della legalità, con l’unico scopo di favorire la crescita religiosa ma anche civile e materiale di quella parte del territorio loro affidata. Purtroppo  i disagi attuali che lei documenta, per la parte relativa alla cappella di Sant’Antonio che è stata fino a poco fa un esempio di decoro, sono da attribuire in massima parte all’atto criminoso che mesi fa ha portato al furto dei pavimenti originari. Probabilmente questo increscioso episodio dovrebbe far riflettere di nuovo sul problema della sicurezza e del controllo del territorio e sulla validità della megacampagna pubblicitaria che l’amministrazione Melone ha dedicato a questo tema tanto sentito: un florilegio di interventi in merito ad impianti di videosorveglianza che sembrano rivaleggiare, leggendo le “verità di Palazzo”, con il sistema satellitare degli Stati Uniti, o sugli interventi dell’amministrazione comunale per garantire il coordinamento fra le forze dell’ordine locali che a quanto pare non danno i mirabolanti frutti ventilati dalle veline meloniane. I ritardi oggettivi nel ripristino della cappella derivano poi da una preoccupazione da parte della Parrocchia di ottemperare alle prescrizioni di legge, dovendo sostituire una pavimentazione antica e di gran pregio, cosicché l’eccesso di zelo l’ha trascinata nel vortice della burocrazia. Detto questo non posso non mostrarmi preoccupatissimo per quanto lei riferisce nell’articolo di ieri sulla reazione del sindaco Melone , nel punto in cui parla di “telefonate intimidatorie” e minacce di ”possibili querele”. Una vicenda descritta nei termini riportati dal suo articolo rappresenterebbe un episodio gravissimo, una mancanza di rispetto per il libero gioco democratico tale da lasciare esterrefatti, tanto più che il suo giornale, in luogo di abdicare al proprio ruolo come hanno fatto altri fogli locali indegni ormai della denominazione di stampa, esercita la sua funzione senza remore ma dando sempre voce a chi dissente dai suoi giudizi. Nel solidarizzare con lei e con il suo giornale, auspico che si tratti soltanto di un transitorio episodio di mancanza di serenità da parte dei berlusconiani casagiovesi. Ad una conferma di quanto riportato nel suo articolo e/o di fronte ad un reiterarsi di tali comportamenti Le assicuro che il gruppo UDEUR non farà mancare il suo intervento incisivo in tutte le sedi possibili contro chi voglia attentare all’uso corretto della libertà di stampa, ai valori della democrazia e della libera espressione e riportare indietro le lancette della storia ..

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl