galeotto fu il tombino

Portici - Circa una settimana fa il Responsabile del Partito "MODERATI PER PORTICI", l'ex Consigliere Comunale Francesco PORTOGHESE, segnalo' agli Uffici Comunali preposti la estrema pericolosità ed insidia rappresentata dalla mancanza della caditoia di un tombino in Via San Cristofaro all'altezza del civico 42.

Persone Mariano Bottari, Francesco Portoghese
Luoghi Napoli, Portici
Organizzazioni MODERATI PER PORTICI
Argomenti strada, diritto, politica, trasporti

04/mar/2016 19.27.19 napoli nord-sud ambiente - lavoro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Portici - Circa una settimana fa il Responsabile del Partito “MODERATI PER PORTICI”, l’ex Consigliere Comunale Francesco PORTOGHESE, segnalo’ agli Uffici Comunali preposti la estrema pericolosità ed insidia rappresentata dalla mancanza della caditoia di un tombino in Via San Cristofaro all’altezza del civico 42.

Dopo alcuni giorni i cittadini segnalavano che il personale preposto interveniva ripristinando la caditoia mancante ma la stessa era stata tolta dal tombino posto proprio di fronte a quello segnalato.

E di quello “fatto diventare” pericoloso ed insidioso? Ebbene è stato segnalato con dei paletti e del nastro bianco-rosso.

Tre anni passati a raccogliere le continue istanze dei tantissimi cittadini anche sulle giornaliere pericolosità rappresentate dai manti stradali sconnessi e perennemente interessati dalle buche, che diventano voragini dopo giorni e giorni di mancata manutenzione, tanto da diventare pericoli immani e vere  inside per i pedoni e per i veicoli.

Si segnalano anche i tantissimi cubetti di porfido disseminati in quasi tutte le strade cittadine, tanto che molti Volontari hanno dovuto provvedere a raccoglierli e stiparli in posti sicuri di quelle strade onde evitare che al passaggio delle auto quei cubetti di porfido non si trasformassero in proiettili che potevano ferire o… i tanti cittadini inermi che transitano per quelle strade, come per le altre auto, ciclomotori o i negozi, come ha fatto l’Associazione di Protezione Civile Napoli Nord Sud che lo ha anche segnalato sul proprio profilo Facebook.

Tutto questo nonostante i cittadini abbiano versato, abbondantemente, la propria quota della T.A.S.I. (quella destinata a pagare la manutenzione delle strade e l’illuminazione pubblica), quindi, se le strade sono ancora ridotte in condizioni pericolose, dove sono andati a finire tutti questi soldi?

Inoltre, viene continuamente chiesta la videosorveglianza sul territorio, annunciata e promessa, in pompa magna, dall’attuale Sindaco agli Organi di Informazione l’8 luglio 2014, giorno dell’omicidio dell’innocente cittadino Mariano BOTTARI,  che la cittadinanza ancora chiede con tante petizioni unite alla richiesta di maggiore sicurezza.

Da non dimenticare i continui appelli per eliminare i pericoli per i pedoni, rappresentati anche da mura fatiscenti e cadenti e da ostacoli od insidie dovute a gravi negligenze.

Per non parlare dell’eterna problematica dei rifiuti e del furto di abiti usati dai contenitori, che sono, anche questi, oggetto di continui reportage regolarmente segnalati all’Autorità Comunale e messa a conoscenza di tutti i cittadini anche tramite i social network.

Questo senza descrivere o menzionare le tantissime ed altre proteste legate alle continue richieste dei cittadini per una migliore qualità della vita e una migliore convivenza civile.

Tre anni di mandato che hanno messo a nudo tutte le tante e troppe negatività legate alla attuale Amministrazione della Città di Portici che vive di continue criticità che hanno, ormai, esasperato i cittadini in un contesto di degrado urbano mai vissuto nella storia della Città di Portici.

Il Partito “MODERATI PER PORTICI”, forte dei tantissimi consensi ricevuti nella fase elettorale, oltre alle migliaia di firme raccolte nelle tante petizioni, per il tramite del suo Responsabile, Francesco PORTOGHESE, lancia un appello a tutte le Forze Politiche cittadine affinchè si possa dare una svolta copernicana alla gestione della nostra Città che sembra, sempre piu’, al collasso.

La Città sembra  destinata alla peggior rovina e degrado e, se non giunge l’auspicato  cambiamento, allora la responsabilità politica di tutti impone immediate decisioni per i profondi cambiamenti che urgono od anche che qualcuno si assuma le responsabilità di questo degrado e prenda le opportune determinazioni affinchè possa permettere a qualcun altro di  potere bene gestire la Città di Portici.

PORTOGHESE Francesco tel. 328.9168013

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl