Rapido sguardo sui principali candidati sindaco Bologna, tra liste di partito e outsiders

27/apr/2011 14.36.29 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Virgino Merola, con la campagna elettorale più costosa per queste elezioni comunali Bologna, pare occupare la prima posizione. Questo sforzo ai massimi sembra dovuto alla penosa situazione in cui riversa attualmente il Pd, certamente l’attesa che si è venuta a creare è comunque alta. In questi ultimi giorni che precedono la due-giorni di maggio si valuta ogni considerazione utile per riuscire a tracciare un profilo di come potranno andare le cose, sia per quanto riguarda la lista del centro-sinistra che forma l’asse Prodi-Vendola, sia per la Lega che vede una crescita continua del sostegno da parte dei cittadini, sia gli eventuali sviluppi che possono vedere protagonisti i grillini del Movimento 5 Stelle. Al fronte opposto del candidato centro-sinistra , costantemente attaccato poiché  assessore all’urbanistica durante la ben poco amata giunta dell’ex-sindaco Cofferati, troviamo il candidato della Lega Nord Manes Bernardini, in corsa per il Pdl oltre che per il Carroccio. Appena oltre si pone l’outsider Stefano Aldrovandi che corre con la sua lista Aldrovandi sindaco Bologna e si presta allo “spettacolino elettorale” dove inaspettatamente viene riceve il sostegno di Freak Antoni che ammalia i presenti con parolacce e interessanti copule letterarie. Franca Grillini, Miss Tagliatella e presidente onorario dell’Arcigay, si presenta per  la lista Bela Bulagna (capolista Idv per Merola). Si tratta di schieramenti dall’organico interessante che rende doppiamente intrigante l’attuale disfida a cui si prepara Bologna.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl