GINECOLOGI IN TESTA NELLA “CLASSIFICA” DEI CONTENZIOSI MEDICI.

16/set/2011 09.13.46 Francy Antonioli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La polizza assicurativa diventa obbligatoria per tutti i professionisti. Anche per i medici, ma i più giovani e i precari non sempre potranno permettersela. “Grazie al nostro intervento il Governo si è impegnato ad adottare prezzi calmierati per queste categorie particolarmente deboli – dichiara l’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), il giorno successivo all’approvazione di questa misura nella Manovra -. È un importante risultato per la nostra associazione, che ha ispirato l’ordine del giorno 84, presentato dal senatore Benedetto Fucci, un collega molto vicino ai problemi della professione”. La ginecologia rappresenta infatti una delle specializzazioni più rischiose, dal punto di vista della responsabilità professionale del medico, così come l’ostetricia, la chirurgia, l’ortopedia e l’anestesia. L’odg. 84, accolto dal Governo (AC. 4612) prevede che questo si impegni a individuare “urgentemente dei meccanismi di tutela nei confronti del personale medico e sanitario, per ciò che concerne la copertura dei costi delle polizze assicurative richieste, affinché il funzionamento del Sistema Sanitario Nazionale, e il rapporto medico/paziente vengano preservati dalle criticità”. “Una misura necessaria, che tutela in particolare gli 8 mila precari e i giovani medici incapaci di far fronte ai costi delle polizze, spesso troppo esose in rapporto allo stipendio percepito – conclude l’AOGOI -. Con questo correttivo si riportano garanzie per i professionisti, i pazienti e per l’intero Servizio sanitario nazionale”.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl