INOLTRO LETTERA DI ALCUNI DIPENDENTI DI BRACCIANO AMBIENTE SPA

09/feb/2012 11.44.57 Fuori dal Comune - periodico di informazione del C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si inoltra su cortese richiesta degli stessi, all’attenzione delle vostra redazione per eventuale  pubblicazione, una lettera scritta da alcuni dipendenti della Bracciano Ambiente S.p.A

Ai Direttori responsabili de L’Agone e di Fuori dal Comune.

Prendendo spunto dall’intervento del coordinatore di Sinistra e Libertà per il comprensorio di Bracciano, pubblicato sul n°302 del mensile L’Agone, in cui si evidenzia, tra le priorità politiche di S.E.L. in vista delle elezioni amministrative di maggio, quella di “aggiornare la politica di gestione dei rifiuti puntando sulla raccolta differenziata spinta e sulla chiusura dell’attuale discarica di Cupinoro, rivedendo ruolo e organizzazione di Bracciano Ambiente”, proponendo la trasformazione della stessa in “azienda speciale” e l’avvio di un processo di unione in consorzio con altri Comuni del territorio, i dipendenti della Bracciano Ambiente S.p.A., sentendosi parte in causa e non semplici spettatori, hanno ragionato su alcune tematiche relative al futuro della propria azienda e ne chiedono cortese  pubblicazione:

Dal passaggio in cui il coordinatore di S.E.L. auspica una riscossa morale e etica, che ponga al centro del buon governo della cosa pubblica  alcune priorità come le  politiche per il lavoro, la partecipazione popolare e il nuovo protagonismo dei cittadini, traiamo spunto di riflessione.

Essenziali per un corretto concetto di democrazia sono soprattutto due aspetti, che attengono alla questione di un dialogo sociale effettivo e concreto: il diritto all'informazione e alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori e, forse utopistica ma augurabile, la partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici alle scelte di impresa.

Noi crediamo che la parola partecipazione sia relativamente nuova nel vocabolario politico italiano, o quantomeno acerba, ma si tratta di un concetto che, insieme con quelli di informazione e consultazione, rappresenta ormai un cardine della gestione della vita politica, sociale, economica di uno stato, di un’amministrazione pubblica o di un’impresa, soprattutto in relazione alle decisioni che hanno un impatto significativo sui dipendenti.

La Bracciano Ambiente è una società relativamente giovane ma dal 2004 a oggi molte sono state le risorse umane impiegate, provenienti soprattutto dal territorio di Bracciano. Siamo qui nella doppia veste, quindi, di lavoratori e cittadini.

Come cittadini, in questa fase di campagna elettorale, teniamo a specificare che la nostra è un’iniziativa apartitica e scevra da qualsiasi tentativo di manipolazione da parte di qualsivoglia partito, organizzazione, corrente di pensiero.

Siamo cittadini e lavoratori che hanno come priorità la buona gestione di un bene di proprietà della collettività che dà lavoro e dignità a quasi 100 famiglie e per questo abbiamo intenzione di essere considerati parte attiva nelle future decisioni aziendali.

Stando a quanto più volte ribadito dall’attuale consiglio di amministrazione, e volendo prendere tali affermazioni come realtà su cui fondare sviluppi futuri della Bracciano Ambiente, lo scopo di una società pubblica non deve essere la produzione di utili di impresa ma il miglioramento della qualità della vita dei cittadini che ne sono proprietari, attraverso la creazione di nuovi servizi di smaltimento, l’introduzione della raccolta differenziata sull’intero territorio comunale, la realizzazione di nuovi impianti di trattamento del rifiuto, la produzione di energie rinnovabili e non inquinanti, la gestione in sicurezza dell’impianto di smaltimento ed il contenimento dei costi a carico dei cittadini per i servizi resi. Ma deve anche risultare ben chiaro che il conferimento dei RSU presso la discarica di Cupinoro costituisce l'unica fonte di sostentamento della Bracciano Ambiente S.p.A., poiché la gestione in house dei servizi pubblici affidati alla società dal Comune di Bracciano non produce alcun significativo risultato di esercizio.

E’ pur vero che la legge prevede la cessazione del conferimento del rifiuto c.d. “tal quale” e la sua trasformazione in materiale inerte. E’ già stato realizzato un impianto di trattamento del percolato da discarica e attualmente l’indirizzo della società è quello di realizzare altri due impianti industriali: uno per il trattamento della FORSU (frazione organica da rifiuto solido urbano), che produrrà biogas per mezzo di un digestore anaerobico, e uno di preselezione con TMB (trattamento meccanico biologico), che permetterebbe, al 31 dicembre 2012, la cessazione del conferimento di rifiuto tal quale presso la discarica di Cupinoro.

Tutto ciò potrà trasformare la Bracciano Ambiente S.p.A., che, ribadiamo, è una risorsa interamente pubblica e di proprietà dei cittadini di Bracciano, in una realtà industriale di eccellenza su scala regionale e in un vanto per il nostro paese; questa opzione futuribile permetterà di offrire occupazione e sostentamento a nuovi servizi per la collettività e darà la garanzia della tutela del posto di lavoro a quasi 100 dipendenti.

Per questo motivo chiediamo agli amministratori e alla classe politica di farci essere soggetti attivi o, per lo meno, di illustrarci ogni decisione riguardante i futuri sviluppi della società e ci auguriamo che nessuno strumentalizzi certe tematiche nel periodo pre-elettorale, invitando chiunque sia contrario, ostile o anche solo curioso a venire a visitare i nostri impianti prima di esprimere giudizi personali senza aver mai interpellato le maestranze che quotidianamente si impegnano nel buon andamento di un bene di proprietà dei cittadini di Bracciano.

Con l’occasione, visto l’approssimarsi delle elezioni amministrative di maggio, chiediamo un confronto con tutte le coalizioni politiche, incentrato sullo sviluppo della Bracciano Ambiente S.p.A.

 

 

Bracciano, 2 febbraio 2012.

 

Alcuni Dipendenti della Bracciano Ambiente S.p.A.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl