Città Metropolitana: il sindaco di Bracciano Giuliano Sala "Siamo favorevoli al referendum consultivo se fatto secondo Regolamento"

Allegati

30/set/2014 12.35.11 Fuori dal Comune - periodico di informazione del C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
NOTA INFORMATIVA

Città Metropolitana: il sindaco Giuliano Sala “Siamo
favorevoli al referendum consultivo se fatto secondo
Regolamento”

Il primo cittadino interviene sul dibattito in atto sulla
nuova istituzione introdotta dalla recente Legge Del Rio.
Oggi seduta di Consiglio comunale sull’argomento

“Sono assolutamente favorevole che i cittadini di
Bracciano possano esprimersi sull’adesione o meno alla
nuova Citta Metropolitana di Roma. E’ fondamentale che
tutto questo avvenga seguendo percorsi istituzionali ovvero,
per quanto riguarda Bracciano, secondo le regole stabilite
dallo specifico Regolamento sul Referendum Consultivo
approvato nel 2004”.
E’ quanto dichiara oggi il sindaco di Bracciano Giuliano
Sala in merito alle problematiche che in questi giorni
investono cittadini ed istituzioni riguardo la nuova Citta
Metropolitana di Roma così come prevista dalla recente
legge Del Rio n. 56/2014 che dopo 20 anni di dibattito ha di
fatto istituito questo organismo destinato a sostituire, con
la gestione di servizi di area vasta, le competenze della
Provincia di Roma.
“Fare un Referendum Consultivo - spiega ancora il
sindaco Sala - significa organizzare una consultazione
elettorale vera e propria con la raccolta di firme -
almeno da parte del 25 per cento degli aventi diritto, che
devono essere autenticate dinanzi a pubblici ufficiali,
presentare un quesito, avviare una campagna elettorale
allestire seggi per le votazioni con tato di presidenti e
scrutatori. Il costo potrebbe essere elevato ma, ciò
nonostante, ribadisco che non sono contrario, se questa è
l’esigenza, di avviare la macchina organizzativa
affinché il referendum consultivo possa tenersi.
Ricordiamo che - sottolinea ancora il sindaco - l’iter
di avvio della nuova istituzione è già partito e che il
5 ottobre prossimo sono fissate le elezioni di secondo
livello per la elezione del Consiglio metropolitano.
Prendiamo atto, al momento di una legge dello Stato. In
qualità di sindaco - dice ancora Sala - sarò membro
di diritto della Conferenza metropolitana in seno alla quale
porterò avanti l’impegno di scrivere nel nuovo statuto
una norma che preveda l’elezione diretta del sindaco e del
Consiglio metropolitano in base al sistema elettorale che
sarà individuato secondo le disposizioni della Legge Del
Rio, restituendo, in questo modo, la possibilità ai
cittadini di individuare direttamente i propri
rappresentanti in seno alle istituzioni. E’ doveroso
inoltre rassicurare i cittadini: i Comuni in quanto tali non
sono destinati a scomparire. Il nuovo organismo svolgerà
prevalentemente le funzioni già assegnate alla Provincia
di Roma. Ritengo sia importante - aggiunge il sindaco -
cominciare anche un dibattito ed un confronto che magari
possa prevedere una Unione dei Comuni del lago, una nuova
istituzione, normata ugualmente dalla nuova legge Del Rio
alla quale potrebbe essere affidata la gestione
intercomunale di servizi, come già accade in ambito
socio-sanitario, quali i trasporti pubblici”.
Questo pomeriggio il tema sarà oggetto di una seduta di
Consiglio comunale di Bracciano - con inizio alle ore 17 -
nel corso della quale la massima assise dibatterà
sull’argomento formulando, con l’approvazione di una
specifica delibera, la propria espressione di volontà.

fuoridalcomune@comune.bracciano.rm.it
Bracciano, 30 settembre 2014 - CS 122-2014


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl