Il vescovo Romano Rossi e suor Elisabetta Sebel cittadini onorari di Bracciano

03/ott/2014 12.22.38 Fuori dal Comune - periodico di informazione del C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

NOTA INFORMATIVA

 

Il vescovo Romano Rossi e suor Elisabetta Sebel cittadini onorari di Bracciano

 

Il sindaco Giuliano Sala: “un doveroso riconoscimento a due grandi personalità che hanno fatto molto per la comunità braccianese”

 

“E’ con grande soddisfazione che ci accingiamo a dare la cittadinanza onoraria a due personalità religiose che stanno dando e hanno dato molto per la comunità di Bracciano. Si tratta di conferire un riconoscimento pieno all’impegno che questi uomini e donne di chiesa rivolgono alle famiglie, a quanti hanno necessità, alle coppie, agli individui senza pregiudizi di carattere confessionale, alle problematiche di cittadini appartenenti alle fragilità sociali con un supporto sia di carattere confessionale che materiale”.

Così il sindaco di Bracciano Giuliano Sala commenta la decisione del Consiglio comunale di Bracciano con la quale, nel corso dell’ultima seduta, ha conferito la cittadinanza onoraria al vescovo Romano Rossi, a capo da qualche anno della Diocesi di Civita Castellana, e a Suor Elisabetta Sebel della Congregazione delle Suore di Betania di Venlo.

Il vescovo impegnato in questi giorni in una visita pastorale a Bracciano il 6 ottobre alle 17 incontrerà il Consiglio comunale in una seduta aperta mentre Suor Elisabetta, a 93 anni di età, è impegnata in questi giorni nell’organizzazione di un incontro che l’11 ottobre alle 11 riunirà nella storica struttura della congregazione in via Santo Celso, per decenni impiegato come asilo d’infanzia, gli ex alunni.

Il Consiglio comunale nel conferire la cittadinanza onoraria a suor Elisabetta Sebel le riconosce “il suo nobile impegno, la sua intelligente sensibilità, le sue spiccate capacità nell’aiutare i più deboli bisognosi e i suoi altissimi sentimenti di responsabilità e di affetto profusi nei confronti dei piccolo ospiti del villaggio”, caratteristiche che “sono stata pilasti fondamentali nel difficile compito di preparazione dei bambini e ragazzi alla vita”. “Il conferimento – ha sottolineato ancora il Consiglio comunale – è anche un gesto di condivisione di valori, di avvicinamento alle persone tanto che a distanza di quaranta anni il legame della religiosa con i suoi ragazzi è ancora forte e vivo”.

Il Consiglio comunale nel conferire la cittadinanza onoraria al vescovo Romano Rossi gli riconosce “l’impegno profuso bell’ambito dell’attività pastorale e la passione dimostrata diffondendo nella sua opera quotidiana la cultura della pace”.  Tra gli obbiettivi della visita pastorale quello di “rafforzare il rapporto con la realtà cittadina attraverso un fitto calendario di incontri con il mondo della scuola, dell’associazionismo, della cultura e del commercio”. 

 

L’accoglienza ufficiale del vescovo Rossi per l’avvio della visita pastorale è fissata per domenica 5 ottobre alle ore 17 in piazza IV Novembre con il saluto di benvenuto del sindaco Giuliano Sala.

 

fuoridalcomune@comune.bracciano.rm.it

Bracciano, 3 Ottobre 2014 - CS 125-2014

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl